Jorge Mario Bergoglio, il papa arrivato “dalla fine del mondo”, come lo stesso Francesco ha detto ai fedeli al momento della storica elezione al soglio pontificio. Storica perché primo pontefice da una terra complicata come quella sudamericana (e argentina). L’ironia, la semplicità, il suo fare da prete di strada. A Roma com’era nella sua Buenos Aires. Detrattori a parte, la sua figura continua a entusiasmare i fedeli e anche chi ha sempre avuto un orientamento critico verso le gerarchie ecclesiastiche. Di sicuro è una “presenza originale”.


“Jorge Mario Bergoglio, una presenza originale”: è così intitolata la mostra dedicata a papa Francesco allestita a Milano nell’atrio della Basilica di S. Ambrogio. Una iniziativa per comprendere chi era Bergoglio prima di diventare papa Francesco, i passaggi fondamentali della sua vita, gli incontri e le persone che hanno determinato le sue scelte, gli ispiratori del suo pensiero. Tutte domande alle quali la mostra vuole fornire risposte concrete.


Promossa dall’Associazione Milano per Giovanni Paolo II, si articola in un percorso composto di 40 pannelli con fotografie, testi e video, pensato e realizzato dai suoi maggiori conoscitori a livello mondiale: del comitato scientifico fanno parte Massimo Borghesi, Guzmán Carriquiry Lecour, Julian de la Morena, Aníbal Fornari, Austen Ivereigh. Immagini e particolari del cammino di Bergoglio prima di ‘diventare’ papa Francesco per approfondire la sua biografia umana e spirituale, necessariamente correlata allo ‘scenario’ sociale del suo paese e dell’intera America latina.

Informazioni sulla mostra “Jorge Maria Bergoglio, una presenza originale”

Luogo: Milano, atrio della Basilica di S. Ambrogio

Date: dal 2 al 16 dicembre 2018 (07.30/12.30 e 14.30/19.15)

Ingresso gratuito

Visit guidate prenotando a segreteria@centriculturali.org

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE