“Gesù Cristo è risorto! È veramente risorto! Come una fiamma nuova, questa Buona Notizia si è accesa nella notte: la notte di un mondo già alle prese con sfide epocali e ora oppresso dalla pandemia, che mette a dura prova la nostra grande famiglia umana. In questa notte, è risuonata la voce della Chiesa: ‘Cristo, mia speranza, è risorto!’. Si tratta di un altro ‘contagio’, che si trasmette da cuore a cuore, perché ogni cuore umano attende questa Buona Notizia”. Sono le parole si papa Francesco per questa Pasqua diversa, di dolore e solitudine, ma anche piena di speranza.

messa pasqua 2020 messaggio papa francesco

Papa Francesco, dopo la celebrazione in una basilica di San Pietro deserta, nel messaggio pasquale che ha preceduto la tradizionale benedizione Urbi et Orbi, ha sottolineato il legame spirituale fra la situazione attuale del mondo alle prese con la pandemia e il messaggio che arriva dalle Sacre scritture.


“È il contagio della speranza: Cristo, mia speranza, è risorto! Non si tratta di una formula magica, che faccia svanire i problemi. No, la risurrezione di Cristo non è questo. È invece la vittoria dell’amore sulla radice del male, una vittoria che non scavalca la sofferenza e la morte, ma le attraversa aprendo una strada nell’abisso, trasformando il male in bene: marchio esclusivo del potere di Dio”.


“Il Cristo risorto, nel suo corpo glorioso, porta indelebili le piaghe: ferite diventate feritoie di speranza. A Lui volgiamo il nostro sguardo perché sani le ferite dell’umanità afflitta”, invoca Papa Francesco.

Uruguaiano, prete di strada: Gonzalo Aemilius nuovo segretario particolare di papa Francesco

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE