Un messaggio di papa Francesco, in più lingue sul profilo ufficiale twitter, ha avuto una lettura particolare in Argentina ritenendolo collegato ai lavori parlamentari di discussione del progetto di legge sulla legalizzazione dell’aborto.

“Il Figlio di Dio è nato scartato per dirci che ogni scartato è figlio di Dio. È venuto al mondo come viene al mondo un bimbo, debole e fragile, perché noi possiamo accogliere con tenerezza le nostre fragilità”, sono le parole di Jorge Mario Bergoglio.


Si tratta di un estratto della sua omelia durante la messa dello scorso 24 dicembre, ma la sua pubblicazione è avvenuta nelle stesse ore in cui il senato di Buenos Aires ha iniziato la discussione del progetto di legge che, in caso di approvazione, introdurrebbe nell’ordinamento argentino il cosiddetto aborto legale entro la quattordicesima settimana di gestazione.


papa francesco messaggio twitter legge aborto argentina
Il cardinale Mario Aurelio Poli

Nei giorni scorsi i rappresentanti della chiesa argentina avevano già invitato i legislatori a una attenta riflessione. “Nell’attuale contesto eccezionale della pandemia non possiamo nascondere il nostro dolore di fronte all’imminente dibattito del progetto di legge dell’aborto”, ha dichiarato il vescovo Oscar Ojea, presidente della Conferenza episcopale argentina.

Di uguale tenore le parole del cardinale Mario Aurelio Poli, arcivescovo di Buenos Aires, che ha parlato di “febbrile ossessione di introdurre l’aborto in Argentina come se fosse tra le mancanze, timori e preoccupazioni della maggior parte degli argentini.

Aborto legale in Argentina, al via passaggio definitivo in senato. La chiesa: “Momento inopportuno”

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE