Unione europea e Mercosur ci riprovano. Lunedì 11 marzo, a Buenos Aires, i rappresentanti delle due organizzazioni hanno ripreso il dialogo finalizzato all’approvazione dell’accordo di libero scambio. Secondo l’agenzia spagnola Efe, i lavori proseguiranno fino a venerdì 15.

A rappresentare Bruxelles è l’italiana Sandra Gallina, capo della direzione generale Commercio della commissione europea, mentre il blocco sudamericano si affida a Horacio Reyser, responsabile delle relazioni economiche internazionali della Cancillería argentina.

Il contenuto dell’agenda non è stato reso noto e le riunioni si svolgono a porte chiuse: dal ministero degli Esteri di Buenos Aires dichiarano solo che si tratta di “questioni tecniche” da affrontare nel corso dei cinque giorni.

ue mercosur accordo buenos aires


I negoziati per l’accordo commerciale tra l’Unione europea e Mercosur sono stati ripresi negli ultimi due anni dopo quasi due decenni di tentativi falliti. Senza risultati anche l’ultimo sprint, negli ultimi mesi dello scorso anno poco prima del G20 di Buenos Aires.

Proprio in quel periodo, il dialogo cominciava a essere ‘minacciato’ dalla elezione di Jair Bolsonaro, dichiaratamente ostile a uno schema di accordo che presenti vincoli per il Brasile. Ma le resistenze sono arrivate ultimamente anche dalla controparte europea, Francia soprattutto.

Dalla commissione Ue, a gennaio, hanno fatto sapere di lavorare a un accordo “ambizioso, ampio e equilibrato” e che non si risparmiano sforzi. Come in occasione dell’ultimo incontro, a dicembre in Uruguay, durante il quale, spiegavano le parti, “ci sono stati utili chiarimenti”.

A dividere, oggi come negli anni precedenti, è l’agricoltura con reciproche accuse di protezionismo. Che sul versante europeo potrebbe aumentare dopo il voto di maggio per la probabile avanzata delle forze politiche più inclini a una maggiore chiusura del continente.

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE