Cambia l’agenda di Alberto Fernández in Europa. E Italia. In una intervista concessa a una emittente tv argentina, il presidente ha informato che lunedì 3 febbraio incontrerà, in Germania, la cancelliera Angela Merkel. Il tour europeo di Fernández comincerà con l’arrivo a Roma il 30 gennaio, per riunirsi con papa Francesco il giorno successivo. Se, dunque, nulla cambia per la visita al pontefice argentino in Vaticano, non è lo stesso rispetto alprevisto incontro con i vertici istituzionali del nostro paese.

alberto fernández visita italia mattarella conte

Notizie precedenti parlavano di una visita di Alberto Fernández al Quirinale il 3 febbraio, la stessa data in cui, come si apprende, incontrerà Angela Merkel a Berlino. Non note, almeno al momento, le ragioni del cambio agenda. Lo stesso Fernández ha reso noto che vedrà Sergio Mattarella nel pomeriggio del 31 gennaio, dopo l’incontro con Bergoglio. “Stiamo cercando di incontrare nello stesso giorno anche il primo ministro Conte”, ha aggiunto il leader peronista. L’incontro con Giuseppe Conte era stato inizialmente fissato e confermato per il 3 febbraio.

Al di là del cambio parziale di agenda, Roma resta comunque la prima tappa del tour europeo di Alberto Fernández. Il 4 febbario, a Madrid, incontra il premier spagnolo Pedro Sánchez, per poi recarsi in Francia per un bilaterale con Emmanuel Macron. Lo scopo delle varie tappe è quello di illustrare la nuova politica relativa al pesante debito, pubblico più volte illustrata dal ministro dell’Economia, Martín Guzmán, da soddisfare dopo la ripresa economica del paese.

alberto fernández visita italia mattarella conte

Ciò che il governo argentino chiede ai paesi amici è una mossa di sostegno al negoziato che Buenos Aires ha intavolato con il Fondo monetario internazionale in merito alla ristrutturazione del debito da 57 miliardi di dollari contratto dal precedente esecutivo guidato da Mauricio Macri. Sul punto, Fernández, durante le celebrazioni in ricordo della Shoah in Israele, ha già segnato il ‘sì’ Benjamin Netanyahu a intervenire su Washington in favore dell’Argentina.

Fiat Argentina dà fiducia a Alberto Fernández. Rattazzi: “Sulla strada giusta”

Loading...