elezioni argentina 2019 roberto lavagna

“8 milioni di dollari per non candidarsi a presidente”. Elezioni Argentina, il primo presunto scandalo

Il primo scandalo, anche se in forma embrionale, irrompe nella ormai avviata campagna elettorale per le presidenziali in Argentina del prossimo 27 ottobre. Il tutto è ancora vestito da ‘presunto’ e, peraltro, non c’è nessuna inchiesta giudiziaria. Ma un magistrato è comunque al lavoro nelle verifiche preliminari finalizzate alla decisione di aprire o meno le opportune indagini.

Il precandidato alla Casa Rosada avrebbe ricevuto una offerta: otto milioni di dollari per rinunciare alla candidatura. A renderlo noto un editoriale, di domenica 2 giugno, sulla testata argentina Perfil, firmato da Jorge Fontevecchia che del gruppo Perfil Network è amministratore delegato. Non una supposizione o uno scoop, ma una sorta di “si dice in giro, abbiamo saputo che”. E, per ovvie ragioni, manca il nome dell’offerente.

elezioni argentina 2019 roberto lavagna
Roberto Lavagna


Ma è bastato al magistrato Jorge Di Lello per alzare le antenne e cominciare a lavorare ai primi approfondimenti del caso. Il passo successivo sarebbe, come opportuno, una indagine ‘formale’. Che prenderebbe forma a seconda dell’ipotesi di reato che verrebbe individuata dopo questi accertamenti preliminari. “Se fosse vero sarebbe quanto meno politicamente immorale. Poi si vedrebbe se merita una sanzione elettorale o è una questione da codice penale”, ha aggiunto Di Lello in una intervista radio.

elezioni argentina 2019 roberto lavagna
Jorge Di Lello


Nel frattempo, Roberto Lavagna continua a costruire un suo, forse autonomo, spazio politico per lanciarsi verso Balcarce 50. Perché inizialmente il suo era uno dei nomi da sottoporre all’interno di Alternativa Federal, il peronismo moderato che avrebbe dovuto costruire una soluzione diversa dal kirchnerismo.

Lavagna ha cominciato a prendere le distanze per “poca chiarezza” giacché una parte sarebbe disposta a un patto con la ex presidente e un’altra con il mandatario attuale. L’ex ministro dell’Economia, invece, ribadisce la necessità di costruire una offerta politica moderata e aperta al mercato e alle dinamiche globali economiche e politiche, una sorta di terza via per superare la polarizzazione Macri-Cristina.

Presidenziali in Argentina, torna Roberto Lavagna. “Un progetto per superare la polarizzazione Macri-Cristina”