malvinas risoluzione comitato onu decolonizzazione

Malvinas, risoluzione del comitato Onu per la decolonizzazione. Sostegno internazionale al reclamo argentino


Arriva dalle Nazioni Unite lo stimolo ad affrontare la questione delle isole Malvinas. Nell’ultima riunione, il Comitato per la decolonizzazione ha esortato i governi di Argentina e Regno Unito a lavorare per una “soluzione pacifica e duratura”. A rappresentare Buenos Aires presso il comitato Onu, il titolare degli Esteri, Jorge Faurie, accompagnato da esponenti dell’opposizione, a conferma della trasversalità della storica rivendicazione.

malvinas risoluzione comitato onu decolonizzazione


Prima della risoluzione del comitato, Faurie ha ribadito ai rappresentanti dei paesi che lo compongono “l’assenza di dubbi in merito alla sovranità sulle isole Malvinas, Georgia del Sud, Sandwich Australi e i loro spazi marittimi”. Ciononostante, ha aggiunto, “non significa che non possiamo cooperare su temi di interesse comune”, ma resta fermo “la richiesta irrinunciabile” del governo argentino sulle Malvinas”.

La petizione a favore dell’Argentina in questa sede è stata presentata dall’ambasciatore cileno presso le Nazioni Unite con sostegno convinto da parte di Bolivia in qualità di paese rappresentante della Celac, di Uruguay, in qualità di porabandiera del Mercosur e di altri paesei come Cuba, Siria, Russia e Cina.

malvinas risoluzione comitato onu decolonizzazione


“Il governo del presidente Macri è convinto che, attraverso un dialogo franco, certo e animato da spirito costruttivo con il Regno Unito possiamo intensificare la cooperazione su tutti quei temi che risultano comuni con opportunità pre entrambi i paesi”. Questo, secondo il ministro degli Esteri è una condizione essenziale per fare sorgere un clima di fiducia tra le due parti, propedeutico alla ripresa dei negoziati sulla sovranità”.

malvinas risoluzione comitato onu decolonizzazione


La speranza argentina è stata ultimamente ravvivata dalla risoluzione dell’Assemblea generale dell’Onu dello scorso maggio, che chiede a Londra di rinunciare alla sovranità sulle Isole Chagos a vantaggio di Mauritius. Punto di vista, quello dell’Assemblea, fatto proprio da Faurie nei lavori del Comitato per la decolonizzazione ribadendo l’obiettivo argentino di puntare alla sovranità sul territorio e non sulla popolazione delle isole contese.

Lo stesso ha elencato i recenti progressi, come il nuovo volo per le Malvinas che partirà da San Paolo del Brasile con due scali mensili a Córdoba, la cooperazione in materia marittima e i compromessi umanitari che hanno portato alla identificazione di 113 soldati argentini sepolti nel cimitero di Darwin.

Le Malvinas nella top 25 dei migliori luoghi del mondo da visitare nel 2019