Non ci può essere integrazione regionale vincente “con una integrazione sociale che non funziona” e non c’è economia regionale robusta “con una economia interna distrutta”. È una parte della premessa di Alberto Fernández nella riunione virtuale con cui l’Argentina ha assunto la presidenza di turno del Mercosur, raccogliendo il testimone dal vicino Uruguay.

mercosur presidenza di turno argentina agenda bolivia

Nella guida del blocco sudamericano, l’agenda del governo argentino punta all’ingresso della Bolivia come paese membro a tutti gli effetti, oltre al rilancio del foro imprenditoriale regionale. “Trent’anni fa il Mercosur si è proposto obiettivi molto ambiziosi ma non tutti sono stati raggiunti”, ha detto il ministro degli Esteri argentino, Felipe Solá, nel corso della riunione del Consiglio dell’organizzazione.


“Dobbiamo rafforzare il blocco con l’ingresso piena di altri Stati, come la Bolivia”, ha aggiunto il capo della diplomazia argentina sottolineando inoltre l’importanza di “rilanciare il foro imprenditoriale” eventualmente anche “con l’inclusione anche dei sindacati e delle organizzazioni sociali”.


Dal canto suo, Fernández guarda a un Mercosur “diverso, esempio di sviluppo sostenibile, innovazione tecnologica e inclusione sociale”. A prima vista un programma che si scontra con la opposta posizione politica dei governi degli altri paesi membri e con l’effettivo disinteresse del Brasile di Bolsonaro verso l’organizzazione con sede a Montevideo.

Italia-Argentina e G20, neo ambasciatore a Roma: “Rafforzare strategica relazione bilaterale”

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE