È morto a 64 anni Mario Cafiero, presidente dell’Instituto Nacional de Asociativismo y Economía Social (Inaes), figlio dello storico dirigente peronista Antonio Cafiero. Quest’ultimo è stato, per decenni, esponente di spicco della comunità italiana d’Argentina, scomparso nel 2014, che nella sua lunghissima carriera politica è anche stato ministro del Commercio estero di Juan Domingo Perón.

Era anche zio dell’attuale capo di gabinetto del presidente Alberto Fernández, Santiago Cafiero. Quella dei Cafiero è una delle famiglie più influenti della politica argentina. La storia dei Cafiero in Argentina nasce con l’arrivo a Buenos Aires di Giuseppe Cafiero, padre di Giuseppe, emigrato all’inizio del secolo scorso da Piano di Sorrento.


Mario Cafiero era ricoverato presso l’ospedale di La Plata per una patologia oncologica. Operato nella giornata di sabato 12 settembre, si è spento diverse ore dopo essere entrato in coma irreversibile. Nella giornata di ieri erano circolate voce della sua morte, prontamente smentite dalla famiglia.


Oggi, però, è stato lo stesso Inaes, attraverso un comunicato, a confermarne il decesso. “Il suo percorso dedicato al pubblico con la sua militanza politica e sindacale ha sempre avuto alla sua base il dialogo e la ricerca di posizioni condivise, il rispetto del prossimo e delle differenze”, scrive l’Inaes.

SAntiago Cafiero e Alberto Fernández
Santiago Cafiero e Alberto Fernández

Mario Cafiero era nato il 21 di gennaio del 1956 a San Isidro, località della provincia di Buenos Aires. Era il secondo dei dieci figli di Antonio Cafiero. Laureato in Ingegneria presso l’Università di Buenos Aires, ha cominciato il suo operato nella politica argentina come consulente legislativo già negli anni Ottanta. Durante l’amministrazione di suo padre, ha avuto anche un ruolo nel governo della provincia di Buenos Aires tra il 1987 e il 1991.

morto mario cafiero inaes famiglia cafiero
Mario Cafiero con Alberto Fernández, Cristina Fernández e Pino Solanas

La carriera politica ha portato Mario Cafiero anche a rivestire l’incarico di deputato tra il 1997 e il 2001. Ha fondato Proyecto Sur con il regista Fernando “Pino” Solanas, attuale ambasciatore argentino presso l’Unesco ed è stato candidato a governatore della provincia di Buenos Aires nel 2011. Dal dicembre del 2019, su incarico del presidente Fernández, era a capo dell’Inaes, ente che ricade nell’orbita del ministero dello Sviluppo.

Italiani a Buenos Aires: “La comunità italiana d’Argentina è senza una guida”

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE