L’Unione europea ha tanti meriti nella gestione della crisi, anche grazie al contributo fondamentale dei governi nazionali, ma sembra compiendo “errori” sul piano dei vaccini. È il punto di vista del senatore italo-argentino Ricardo Merlo, intervistato dall’agenzia argentina Télam, in merito alla mancata approvazione dei farmaci russo e cinese.

ricardo merlo vaccini sputnik autorizzazione ema

“Credo che nella necessità dell’Unione europea, un successo nella storia, ma è innegabile che ci sia qualcosa che non va. È un errore non aprire allo Sputnik V e al vaccino cinese anche perché gli scienziati italiani stanno dicendo che quello russo ha una efficacia del 90 per cento”. Quindi, quella di Bruxelles è una decisione che si rifà ad argomentazioni politiche?


Secondo il fondatore e presidente del Maie “è un errore mettere la politica prima della salute, ma credo che l’Ema finirà per approvare il vaccino russo”. È innegabile, e mai nascosto dalle autorità europee, che il sistema di fornitura dei vaccini si è inceppato.


ricardo merlo vaccini sputnik autorizzazione ema

E su questo Ricardo Merlo sottolinea il comportamento inadempiente delle case produttrici: “L’Europa ha prenotato, comprato e pagato ma Pfizer, Moderna e AstraZeneca non hanno rispettato i contratti”. Tutto contrario all’unica necessità reale del momento, “quella di vaccinare, vaccinare è la priorità”.

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE