Roberto Carlés confermato nuovo ambasciatore argentino in Italia, dopo l’approvazione della nomina da parte del senato all’unanimità. Lo scorso agosto il nome di Carlés era stato proposto dal governo di Alberto Fernández nell’ottica di un rafforzamento delle relazioni bilaterali tra Argentina e Italia. Dalla stampa argentina viene descritto come vicino a papa Francesco.

roberto carlés nomina nuovo ambasciatore argentino italia

Lo scorso aprile, Roberto Carlés ha annunciato la nascita della Fondazione Laudato si’, ispirata proprio all’enciclica di papa Francesco. La fondazione, con sede a Madrid, dovrebbe iniziare a operare a fine 2020 su temi legati alle questioni ambientali, comprendendo un invito al dialogo internazionale per la riduzione delle emissioni.


Roberto Carlés, 40 anni, è professore di Diritto penale presso la facoltà di giurisprudenza dell’università di Buenos Aires e ha un dottorato conseguito all’Università di Ferrara e uno all’università di San Carlos del Guatemala. Carlés è noto nell’ambiente politico argentino anche per la sua vicinanza all’ex presidente Cristina Fernández, oggi presidente del senato. Fu lei, ne 2015, a candidarlo alla Corte suprema, nomina poi fallita per la mancanza di un accordo in parlamento.


La proposta, inoltre, incontrò anche l’opposizione della Federazione argentina degli avvocati, secondo cui Carlés, poiché giovane ancorché titolato, non aveva allora l’esperienza adatta per ricoprire l’incarico.

roberto carlés nomina nuovo ambasciatore argentino italia

“Il Senato ha approvato il pliego con la mia designazione come ambasciatore presso la Repubblica italiana. Ringrazio il consenso della camera alta e la fiducia del presidente Alberto Fernández che mi hanno onorato con l’alta responsabilità di rappresentare il nostro paese”, ha scritto Carlés sui suoi profili social.

Roberto Carlés prende dunque il posto di Tomás Ferrari che ha rappresentato l’Argentina in Italia dai primi mesi del 2016 su nomina dell’allora presidente Mauricio Macri. Fino alla decisione del governo Fernández, lo scorso maggio, di sostituirlo alla guida della missione diplomatica.

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE