Perché Maradona è stato denunciato dalla ex moglie Claudia (con richiesta milionaria)


Diego Armando Maradona continua a fare notizia, anche quando il tema non è la sfera di cuoio. Il Pibe de oro è stato denunciato dall’ex moglie, Claudia Villafañe, con la richiesta di un risarcimento pari a 1,5 milioni di dollari. “Riteniamo che il danno sia notevole. Le ha detto ladrona, ‘pessima madre’ e l’ha denigrata come donna”, ha detto Fernando Burlando, il legale dell’ex consorte del Diez. Maradona è stato chiamato in causa “per i danni e i pregiudizi provocati dalle calunnie e dagli insulti” riportati più volte dai media. “Sono stata e continuo a essere vittima di una delle peggiori forme di violenza di genere che esistano. Una forma di violenza psicologica, emotiva e distruttiva che ha il suo elemento peggiore nella ripetitività”, ha detto l’ex moglie di Maradona in un testo diffuso dal quotidiano argentino La Nación.


“Abbiamo avuto due splendide figlie e un nipote meraviglioso. Abbiamo costruito una casa perché eravamo una squadra”, ha ricordato, sostenendo che “mio marito aveva sempre una scusa diversa, giustificando il proprio comportamento con le cattive compagnie. Io, come sempre, ho scelto di prendermi cura di lui”.


Claudia Villafañe e Giannina Maradona

La coppia si è separata nel 1998 e, secondo Villafañe, i rapporti sono precipitati quando Diego ha visto una foto del nuovo compagno della donna in compagnia del nipotino, Benjamin Agüero, figlio di Gianinna Maradona e del calciatore Sergio Agüero, El Kun. E così, da quel momento, è cominciata una battaglia senza fine, ingiustificata, con l’apertura di una serie infinità di fascicoli giudiziari in Argentina e negli Stati Uniti, con denunce penali e raffiche di insulti. “Diego ha scelto il cammino della sistematica umiliazione della mia persona”, fa sapere la ex moglie del calciatore. Da anni, tra gli ex coniugi sono in corso altri contenziosi legati alla denuncia presentata da Maradona, che ha accusato Villafañe di essersi appropriata di una parte del suo patrimonio.