Nuovo capitolo della guerra tra Wanda Nara e Maxi López. Tutto comincia sui social, come sempre ed è nel virtuale che vengono spiattellate verità, date in pasto ai follower. E sono tantissimi quelli di Wanda Nara. Meno, ma altrettanto agguerriti, quelli del calciatore argentino. È proprio su Instagram che la 31enne soubrette-manager argentina ha ‘regolato’ questioni di famiglia decidendo di affrontare le domande dei fan. Impertinenti, certo, ma in linea con la normale ‘antropologia da social’. “Maxi quando vede i suoi figli?”. “Quando vuole e quando può”, risponde. Risposta che lascia trasparire qualche dissidio. “Vai d’accordo con lui?”, chiedono ancora. E lei categorica con un “Sí, molto”. Domande (e risposte) poco dopo cancellate dalla stessa Wanda Nara, come a significare che, in fondo, il clima è teso. E lo si è capito subito. Dalla ‘scivolata’ più fastidiosa, quella su soldi e mantenimento. López e Nara hanno avuto tre figli maschi, prima di allontanarsi in un modo che ha fatto (s)parlare il calcio mondiale.







L’attacco di Wanda Nara a quello che è stato suo marito è arrivato via Instagram, rispondendo a domande dei fan: “Il mio ex non versa assegni di mantenimento per i nostri tre figli? No, ma non ne abbiamo bisogno e va bene così”. L’ex attaccate del River Plate, da poco in forza al club brasiliano del Vasco da Gama, non ha perso occasione di replicare. Il tenore della risposta del 34enne argentino è perfettamente da social, come piace a fan e follower che non perdono una puntata delle loro diatribe post coniugali. “150mila euro all’anno per prendere la zuppa e continuare a mangiare l’ossobuco milanese”, alludendo alla comoda mondanità meneghina della Nara. Insomma, stando a quanto scrive, López versa 50mila euro all’anno per ciascun figlio. Alla prossima provocazione che, di sicuro, non tarderà a presentarsi sui display dei milioni di utenti.