L’annuncio è arrivato martedì 9 aprile: le Abuelas de Plaza de Mayo hanno trovato la nipote numero 129. Lungo e di massima precisione il percorso per rintracciarla: vive in Spagna e presto conoscerà il suo padre biologico. La madre, invece, è desaparecida. La storia della donna ritrovata è tragicamente comune a tante altre migliaia.

La madre, Norma Síntora, fu sequestrada dagli uomini della dittatura argentina all’ottavo mese di gravidanza. Il macabro rituale degli aguzzini prevedeva l’attesa della nascita prima di far sparire nel nulla le madri. I neonati, poi, venivano affidati o venduti a famiglie argentine complici del regime. Lei, la ‘nieta 129’ è nata nel 1977. Da allora il padre non si è dato pace, non smettendo mai di cercarla.


abuelas de plaza de mayo nieta 129 nipote 129


Norma Síntora fu portata via il 21 maggio del 1977 a Moreno, nel Conurbano di Buenos Aires. Col padre biologico della donna rintracciata era militante del Partido Revolucionario de los Trabajadores-Ejército Revolucionario del Pueblo, conosciuta dai compagni di lotta come “La Morocha”, “Raquel”, “Marta” o “La Turca”.


abuelas de plaza de mayo nieta 129 nipote 129


Era stata individuata in Spagna nel 2013. Da quel momento, tra diffidenza e burocrazia, la lunga trafila per i vari test genetici. Ora, come annunciato dalle Abuelas, potrà conoscere suo padre e i suoi fratelli.

Solo nell’agosto scorso il ritrovamento del nieto 128. Marcos, figlio di Carmen del Rosario Ramos, anche in questo caso una militante dell’Erp. Fu sequestrata a Tucumán insieme a due dei suoi figli, tra cui Marcos, dai quali fu subito separata.

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE