L’Argentina ha fatto ricorso alla procedura di emergenza per l’autorizzazione e l’uso dei vaccini contro il Covid-19 prodotti dalla Pfizer e dall’istituto Gamaleya, lo Sputnik V. Con apposito provvedimento dell’Anmat, l’autorità nazionale per i medicinali e gli alimenti, è stata disposta prima l’iscrizione del vaccino sviluppato da Pfizer-BioNTech nel registro speciale dei farmaci utilizzabili “per ragioni di emergenza sanitaria”.

argentina autorizza uso emergenza vaccino covid pfizer sputnik v
Le operazioni di controllo e carico dello Sputnik V

Come si legge nell’atto di autorizzazione, la premessa è la constatazione scientifica che il vaccino Pfizer “rappresenta un compromesso accettabile in termini di rischio-beneficio che ne permette l’autorizzazione condizionata all’uso per cui è indicato”. L’autorizzazione ha, per il momento, validità di un anno.


L’atto autorizzativo prevede il rispetto di un protocollo di gestione dei rischi imponendo il monitoraggio continuo su sicurezza ed efficacia del farmaco e la presentazione di informazioni periodiche su progressi, modifiche e aggiornamenti presso l’Istituto nazionale dei medicinali.


A distanza di qualche ora è arrivato anche il provvedimento di autorizzazione anche dello Sputnik V. Come già recentemente annunciato dal presidente, Alberto Fernández, il vaccino di produzione russa sarà il primo a entrare nella disponibilità del governo argentino. Un volo speciale della Aerolíneas Argentinas è arrivato in Russia nella giornata di mercoledì 23 dicembre e tornerà a Buenos Aires nella mattinata di mercoledì 24 col primo carico di 300mila dosi.

Nei piani dell’esecutivo, la campagna di vaccinazione prenderà inizio già alla fine del mese di dicembre con la somministrazione al personale medico-sanitario, forze armate e forze di polizia per poi estendersi alle fasce a rischio della popolazione.

L’Argentina, nelle statistiche della Johns Hopkins University, è attualmente l’undicesimo paese al mondo come numero di contagi, con 1.555.279 finora registrati. I morti per Covid in Argentina sono 42.254. Dopo qualche settimana di tregua, con la curva dei contagi in discesa, anche l’Argentina, al pari degli altri paesi della regione sudamericana, sta registrando un nuovo aumento dei contagi, soprattutto nell’area metropolitana di Buenos Aires.

Fino al 31 gennaio il governo ha disposto misure di distanziamento sociale e sono allo studio nuovi provvedimenti di chiusura delle frontiere soprattutto alla luce della diffusione della cosiddetta variante inglese. Le autorità di Buenos Aires hanno già sospeso i collegamenti aerei dal Regno Unito.

Economia argentina, nel 2020 il secondo calo più forte nel Latinoamerica. Ripresa nel 2021 (Covid permettendo)

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE