Una linea di credito della Banca mondiale per l’Argentina: 300 milioni di dollari per rafforzare i programmi di protezione sociale dell’Anses, l’istituto nazionale di previdenza sociale, in funzione di contrasto agli effetti diretti e indiretti del coronavirus. L’ok è arrivato da Axel van Trotsenburg, responsabile delle operazioni della World bank, direttamente al presidente argentino, Alberto Fernández e si va a inserire nel contesto dell’emergenza coronavirus.

argentina coronavirus prestito banca mondiale

I fondi saranno destinati al progetto dell’istituto di protezione di bambini e giovani a beneficio, nella previsione dell’esecutivo, per garantire l’inclusione di 350mila minori al regime degli assegni per famiglie economicamente deboli.


L’assegnazione dei fondi è prevista in due tranche, una da 165 milioni di dollari nel 2020 e un’altra da 135 per il 2021. Il prestito che la Banca mondiale ha concesso all’Argentina prevede un timing di rimborso a 32 anni con un termine di grazia di sette anni. Si aggiunge ad altre linee di credito per un totale di 1,350 miliardi di dollari, tutti impegnati nella tutela delle famiglie.


“L’Argentina è in piena lotto al Covid-19, che genera nuove necessità di investimento pubblico. Davanti a questa difficile situazione sanitaria e finanziaria, la Banca mondiale sostiene investimenti diretti a proteggere le fasce più vulnerabili”, informano dall’istituto finanziario. Aggiungendo che “questo finanziamento fa sì che il sistema di protezione sociale sia più inclusivo ed effettivo al fine di evitare che le famiglie cadano in povertà e assisterle quando già si trovano in questa condizione”.

Unicef: in Argentina povertà cronica nella popolazione infantile

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE