Le indiscrezioni sulle nuove misure hanno anticipato l’annuncio del presidente, Alberto Fernández. “L’Argentina è entrata nella seconda ondata di contagi”, ha premesso dalla residenza di Olivos dove si trova isolato dopo la riscontrata positività al Covid. Un nuovo decreto impone restrizioni a partire dalla mezzanotte di venerdì 9 aprile.

argentina coronavirus seconda ondata covid misure aprile coprifuoco chiusure

Una scelta inevitabile, secondo l’esecutivo, dopo l’aumento deciso di casi di coronavirus in tutto il paese e in modo particolare nella provincia di Buenos Aires e nella capitale. Dopo i 20.870 e 163 decessi, anche il giorno successivo è da numeri record: 22.039 nuovi casi con 199 morti. Dall’inizio della pandemia è il dato più alto, peraltro in un contesto regionale di massima emergenza.


Finora i morti in Argentina sono 56.832 e 2.450.068 il numero dei contagi Covid, compresi i pazienti già fuori dalla malattia. Aumenta la pressione sulle terapie intensive, occupate al 58,1 per cento a livello nazionale e al 64,5 nell’area metropolitana di Buenos Aires.


Le nuove misure indicate nel decreto interessano le aree col rischio epidemiologico più alto e sono 87 in tutto il paese, compresa l’area metropolitana della capitale. C’è il coprifuoco dalla mezzanotte alle 6 del mattino, salvo gli autorizzati, e lo stop ai viaggi di gruppo per tre settimane. Gli esercizi commerciali dovranno chiudere alle 23. Inoltre, nei singoli distretti, compatibilmente alla situazione sanitaria, gli orari delle restrizioni potranno essere estesi.

argentina coronavirus seconda ondata covid misure aprile coprifuoco chiusure

Fino al 30 aprile, ancora, limitazione all’uso del trasporto pubblico, divieto di riunioni in domicili privati e in luoghi all’aperto con più di 20 persone. Restano aperti, con protocolli rigidi già previsti in precedenza, cinema e teatri, mentre è disposta la chiusura di casinò e sale da gioco nonché discoteche e locali assimilati.

Misure che non sembrano condivise dall’opposizione e generano pessimismo tra gli operatori economici coinvolti, temendo una durata superiore a quella indicata nel decreto. La curva dell’epidemia, però, non sembra permettere scelte diverse, com’è del resto anche l’attualità nel Vecchio continente.

Forbes 2021, chi sono gli argentini più ricchi e il patrimonio. Cambia il podio

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE