L’aeroporto internazionale di Ezeiza potrebbe subire ulteriori limitazioni nelle prossime settimane. Nel pieno di un nuovo aumento di casi di Covid-19, il governo valuta nuove misure restrittive in ingresso in Argentina attraverso il principale scalo di Buenos Aires e del paese.

argentina coronavirus sospesi voli internazionali ezeiza buenos aires

Fino a venerdì 8 gennaio, su decisione dell’esecutivo nazionale, su Ezeiza sono sospesi i voli da e per Italia, Paesi Bassi, Danimarca e Australia, considerati paesi a rischio. Ugualmente, sono chiuse le frontiere congelando l’ingresso di turisti dai paesi limitrofi, che peraltro erano state aperte alla fine di novembre.


Tutta la stampa argentina dà per certa una proroga della sospensione dei voli di altre due settimane o fino al 31 gennaio. Il provvedimento rientrerebbe in una serie di misure d’emergenza per contenere l’aumento dei contagi nel paese. La curva è di nuovo in salita, come confermato dall’ultimo bollettino del ministero della Salute.


Sono 13.790 i nuovi casi di coronavirus in Argentina nelle ultime 24 ore monitorate – metà dei quali tra Buenos Aires e provincia – con 151 decessi. Il totale è così aggiornato a 1.662.730 di casi totali e 43.785 morti. Ulteriore incertezza arriva dalla cosiddetta variante di Rio de Janeiro, già individuata in Argentina dalle autorità sanitarie.

argentina coronavirus sospesi voli internazionali ezeiza buenos aires

E sono gli stessi esponenti del ministero della Salute, secondo la stampa, a dirsi preoccupati per i non efficaci controlli sui connazionali rientrati nel paese nell’ultimo mese. Per chi torna in Argentina c’è l’obbligo di isolamento per dieci giorni dalla realizzazione del test, altrettanto obbligatorio. Evidentemente qualcosa sfugge al controllo.

Nel mese di dicembre sono rientrati in patria 96mila argentini e stranieri residenti con una media di tremila persone al giorno con 15 voli giornalieri. I dati spiegano che ogni 24 ore i casi di Covid-19 accertati sono tra i due e i tre ma, al di là dei numeri, l’obiettivo è evitare l’importazione di nuovi ceppi del coronavirus.

Sospendere tutti i voli internazionali: potrebbe essere questa la decisione, anche se di registrano resistenza a livello governativo. A ogni modo sarebbe garantita l’operatività dei voli commerciali e di supporto alla sanità.

Coronavirus in Argentina, casi in aumento. Fernández: “Rischio di nuovo blocco del paese”

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE