Dopo il freddo polare in Patagonia, condizione normale vista la carta geografica, il freddo è arrivato a Buenos Aires. Se, difatti, a Rosario il 14 luglio si è registrata una temperatura record di 8,4 gradi sotto lo zero, il meteo rigido non ha risparmiato la capitale e la provincia di Buenos Aires. A giugno, mese di inizio dell’inverno australe, il tempo è stato relativamente clemente, ma a luglio il freddo si sta facendo sentire un po’ in tutta l’Argentina.

argentina meteo freddo luglio 2020 temperature buenos aires

Lo scorso sabato 11 luglio Buenos Aires ha fatto i conti con un termometro fermo a 3,2 gradi alle 8 del mattino. Il giorno più freddo dell’anno che, però, è stato ‘battuto’ dalla temperatura di 1 grado registrata oggi nella capitale. Nulla in confronto a Rosario con i suoi 8,4 gradi sotto zero. Dati alla mano è la temperatura più bassa registrata nel capoluogo della provincia di Santa Fe dal 1953.


Secondo il Servizio metereologico nazionale, nelle prime ore del mattino del 14 luglio, tuttavia, nella provincia di Buenos Aires si è arrivati a -5,2 a Bolívar, -3 a Morón e a El Palomar e Tigre e San Isidro il termometro segnava due gradi sotto lo zero.


A passarsela peggio, ovviamente, gli abitanti delle province della Patagonia che, nelle ultime settimane, hanno battuto i denti a -20 gradi sotto nevicate intense quanto enormemente scenografiche. Con fiumi, laghi ghiacciati a Río Grande, nella Terra del Fuoco. Non va tanto meglio nelle province del nord dell’Argentina, normalmente più calde, con temperature comprese tra i 2 e i 5 gradi.

Nei prossimi giorni, secondo le previsioni, si attende aria fredda estremamente secca e freddo nelle province centrali, con basso tasso di umidità e cielo relativamente limpido. Poi i venti provenienti da nord porteranno a un aumento delle temperature.

Patagonia argentina patrimonio dell’umanità: i 4 siti Unesco della regione

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE