L’Argentina riapre lo spazio aereo ai voli regolari nazionali e internazionali. Nonostante vengano mantenuti i protocolli sanitari e le limitazioni derivate dalle restrizioni in entrata e uscita imposte dai singoli paesi, la decisione del governo, col paese ancora in piena pandemia, consente alle compagnie aeree di operare in forma regolare. Saranno le singole compagnie aeree a decidere come riprendere a operare in Argentina.

argentina ripresa voli aerei nazionali internazionali

Non si tratta, tuttavia, di una riapertura totale, proprio a causa delle disposizioni vigenti nei diversi paesi, Argentina inclusa, dove attualmente l’ingresso è consentito solo a cittadini argentini e stranieri residenti nel paese che devono compiere un periodo di quarantena preventiva dopo l’ingresso nel paese. Viceversa, per entrare in Europa un cittadino argentino dev’essere in possesso di doppia cittadinanza o di un visto di lavoro o di studio.


Secondo il ministro dei Trasporti, Mario Meoni, in prospettiva la decisione consentirà all’Argentina di ricevere passeggeri almeno della regione, con l’approssimarsi della stagione estiva e delle esigenze dell’economia. Dal canto suo, anche il settore turistico sta organizzando protocolli ad hoc per rendere adeguatamente fruibili le destinazioni del turismo estivo nazionale.


Le compagnie aereee dovranno rispettare tutte le misure necessarie a evitare la propagazione del virus. Per esempio, l’uso delle mascherine è obbligatorio durante tutto il volo e non è possibile distribuire cibi e bevande ma non sono previste limitazioni alla capacità degli aeromobili.

Tutti i voli, almeno nella fase iniziale, saranno operati da e per l’aeroporto internazionale di Ezeiza, mentre lo scalo cittadino, l’Aeroparque ‘Jorge Newbery’ resta per il momento chiuso per completare gli adeguamenti strutturali.

I primi voli domestici delal compagna di bandiera Aerolíneas Argentinas partono giovedì 22 ottobre, con un calendario provvisorio che precede tratte da e per Bahía Blanca, Bariloche, Corrientes, Córdoba, Comodoro Rivadavia, Catamarca, Formosa, El Calafate, Iguazú, Jujuy, La Rioja, Mar del Plata, Mendoza, Neuquén, Posadas, Trelew, Resistencia, Río Grande, Río Gallegos, Rosario, Salta, San Luis, Santiago del Estero, Santa Fe, San Juan, Tucumán e Ushuaia.

Il dramma di Calle Florida: tra crisi e pandemia si spegne uno dei simboli di Buenos Aires

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE