La scomparsa prematura di Diego Armando Maradona ha portato l’astro indiscusso del calcio nell’elenco degli argentini più famosi in tutto il mondo, non più in vita. Ce ne sono stati di calciatori argentini noti nei vari continenti, tra i top player della storia, ma nessuno sembra varcare il limite della notorietà anche tra i non appassionati di pallone. Anche perché, nel corso degli ultimi decenni, della figura del Pibe de Oro è passato alle cronache anche il profilo personale, quello non legato allo sport.

argentini più famosi mondo sport cultura politica medicina

Più ‘popolato’ è l’elenco spostandosi sulla musica. C’è Astor Piazzolla, tornato recentemente agli omaggi del mondo intero per il centenario della sua nascita. Il musicista (nato a Mar del Plata l’11 marzo del 1921 e morto a Buenos Aires il 4 luglio del 1992) ha lasciato un segno indelebile nella musica mondiale grazie a quella riuscita rivoluzione del tango ‘tradizionale’.


In fatto di musica e tango a fargli compagnia tra gli argentini più famosi nel mondo c’è Carlos Gardel, morto nel 1935 in un incidente aereo in Colombia all’età di 45 anni. Di Gardel restano brani celebri di un tempo magico del tango e di un’Argentina che non c’è più (Carlos Gardel, l’unico: simbolo e fiamma eterna del tango).


Dal suono del bandoneón al rombo dei motori, tra gli argentini più famosi nel mondo c’è Juan Manuel Fangio, tra i miti dell’automobilismo. Nato a Balcarce il 24 giugno del 1911 e morto a Buenos Aires il 17 luglio del 1995, è stato cinque volte campione del mondo di Formula 1 (Juan Manuel Fangio, l’argentino volante: vita, carriera, auto, titoli del Chueco).

argentini più famosi mondo sport cultura politica medicina
Carlos Gardel

La politica argentina, invece, vede figure tuttora divisive tra i suoi esponenti più noti a livello mondiale. È sicuramente il caso di Ernesto ‘Che’ Guevara, nato a Rosario il 14 giugno del 1928 e morto a La Higuera, Bolivia, il 9 ottobre 1967. Rivoluzionario, guerrigliero, scrittore, politico e medico, il suo è tra i volti che maggiormente identificano un pensiero politico.

C’è anche Juan Domingo Perón (Lobos, 8 ottobre 1895 – Olivos, 1 luglio 1974). Presidente dell’Argentina dal 4 giugno 1946 al 21 settembre 1955 e poi, dopo l’esilio in Spagna, dal 12 ottobre 1973 al 1 luglio 1974, ha lasciato la sua impronta nella politica del paese anche nei decenni successivi alla morte. Idee di corporativismo, sovranità nazionale e teorie economiche di non ‘allineamento’ al pensiero dominante sono ancora trai cavalli di battaglia dell’attuale peronismo, seppure non espressione di una voce unica.

I funerali di Evita Perón a Buenos Aires

Ugualmente, María Eva Duarte, Eva Perón, Evita. Nata il 7 maggio del 1919 e morta il 26 luglio del 1952, è indubbiamente una delle figure argentine più note a livello mondiale. Numerosi gli approfondimenti storici sul suo operato al fianco del marito presidente, così come le diverse narrazioni tra cinema e teatro. Oggi la sua tomba, nel cimitero monumentale della Recoleta, a Buenos Aires, è tra i luoghi più visitati dai turisti.

René Favaloro rappresenta, invece, il mondo della medicina tra gli argentini più famosi al mondo. Nato a La Plata il 12 luglio del 1923 e morto a Buenos Aires il 29 luglio del 2000, il cardiochirurgo è considerato il padre del bypass aorto-coronarico essendo stato il primo a eseguire questo intervento il 9 maggio del 1967.

argentini più famosi mondo sport cultura politica medicina
René Favaloro

Favaloro è morto suicida con un colpo di pistola al petto, dopo aver scritto una lettera all’allora presidente Fernando de la Rúa. Gesto che sarebbe stato dovuto ai pesanti debiti che la sua fondazione aveva accumulato negli ultimi anni, non avendo il governo argentino erogato i fondi stabiliti.

Di poche presentazioni ha bisogno Jorge Luis Borges, Jorge Francisco Isidoro Luis Borges Acevedo, nato a Buenos Aires il 24 agosto 1899 e deceduto a Ginevra il 14 giugno del 1986. Scrittore, poeta, saggista, traduttore, filosofo e accademico argentino, tradotto in tutto il mondo. Fino alla creazione dell’aggettivo ‘borgesiano’ per indicare una concezione della vita come finzione, menzogna, fantasia, opera contraffatta spacciata per veritiera, reinvenzione della realtà, come nelle sue famose recensioni di libri immaginari o biografie inventate.

argentini più famosi mondo sport cultura politica medicina
Jorge Luis Borges

Recentemente è scomparso anche Joaquín Salvador Lavado Tejón che per tutti era ed è Quino. Nato a Mendoza il 17 luglio del 1932 e morto nella stessa città il 30 settembre del 2020, disegnatore e fumettista, è l’inventore della celebre Mafalda. Ironia, provocazione, sensibilizzazione, quelle della sua bambina irriverente, che hanno letteralmente conquistato diverse generazioni in tutto il mondo.

Maradona, a Napoli una scultura dell’artista argentino Alejandro Marmo

Quali sono le città più antiche dell’Argentina (con ‘incognita’ Buenos Aires)

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE