Buenos Aires migliore città del Latinoamerica in cui vivere: la classifica dell’Economist

Ancora Buenos Aires. Per il quarto anno consecutivo la capitale argentina è stata ‘eletta’ la migliore città latinoamericana in cui vivere. Punti di forza: cultura e istruzione. È la classifica mondiale stilata dall’Economist a premiare Buenos Aires. L’elenco include 140 grandi città del mondo e nel ranking globale la metropoli rioplatense si situa al 61esimo posto, superando altre capitali come Santiago del Cile. Lo studio, intitolato ‘Global Liveability Index‘ e realizzato da The Economist Inteligence Unit, da otto anni realizza la classifica tenendo presente stabilità, cultura, ambiente, istruzione, salute e infrastrutture.

Complessivamente vengono presi in considerazione un centinaio di parametri che analizzano il livello di vita economico, i servizi educativi e sanitari, i livelli di criminalità. Buenos Aires ha raggiunto il punteggio di 82,4, parecchio al di sopra della media latinoamericana, che è risultata pari a 68,2.

La libreria El Ateneo Buenos Aires
La libreria El Ateneo, Buenos Aires

Per fare un confronto sommario tra la capitale argentina e l’Occidente euro-americano: Il punteggio di Europa centrale e orientale è di 72,1; di 90,4 quello dell’America settentrionale, sotto l’Europa occidentale che si è vista aggiudicare un indice pari a 92,4. Nei dettagli è Fernando Straface, segretario generale del governo della città autonoma di Buenos Aires , a sottolineare che è sull’istruzione l’indice più alto registrato, pari a 100 come Parigi e Londra. Ottimo risultato anche per la cultura essendo, tra l’altro, la città con più teatri al mondo (seconda solo a Londra), idem il numero di librerie per abitante. Entrambi i fattori culturali, da decenni, grande orgoglio porteño.

A livello globale è Vienna a meritarsi il primo posto, sottraendolo a Melbourne. Al terzo posto c’è Osaka, seguita da Calgary e Sidney, mentre nella top ten l’unica altra europea è Copenhagen, al nono posto. Dall’altro lato la peggiore città come vivibilità è Damasco, che era ultima anche lo scorso anno, seguita da Dacca (Bangladesh) e dalla capitale nigeriana Lagos.

Caracas è la peggiore nell’area latinoamericana. Volendo tentare un confronto tra Buenos Aires e le città italiane (come detto 61esima): Milano si piazza al posto 46, scendendo di tre gradini rispetto all’edizione 2017, mentre Roma scende al 55 dal 50, con la magra consolazione di essere appena sopra New York che è al posto numero 57.