Prima che il coronavirus cominciasse a preoccupare l’Argentina, nel paese erano già sorti dubbi su alcune condotte tipiche. Tra questa, storica e imprescindibile, quella di bere il mate condividendo la stessa bombilla. Come tradizione impone. Tra i primi a pronunciarsi, a livello di raccomandazione, la Corte suprema che in un disciplinare interno ha suggerito di usare ognuno il suo mate e la sua bombilla. La ‘misura precauzionale’, tuttavia, si è andata consolidando presso gran parte della popolazione, soprattutto tra non conviventi.

coronavirus argentina mate condiviso aumento contagi colón entre ríos

E mentre l’Argentina sperimenta fasi e livelli di distanziamento sociale a seconda della condizione di contagio delle singole aree, a Colón, località di circa 27mila abitanti della provincia di Entre Ríos sul fiume Uruguay che separa l’Argentina dalla Repubblica orientale, si torna alla quarantena. Succede dopo la scoperta di diversi casi di coronavirus che, secondo i primi accertamenti, sono scaturiti dall’avere condiviso lo stesso mate.

coronavirus argentina mate condiviso aumento contagi colón entre ríos

Il sindaco di Colón, José Luis Walster, non ha potuto fare altro, informando di 18 nuovi casi in meno di una settimana, dopo il mate di gruppo in una palestra. Di conseguenza sono stati messi in isolamento precauzionale più di 120 persone in attesa dei risultati dei test effettuati. Di qui alla decisione di ordinare il distanziamento sociale preventivo e obbligatorio per quattordici giorni per evitare ulteriore circolazione del virus.


Immaginabile lo sconforto della popolazione locale, costretta di nuovo a ‘chiudersi’ imputando alla irresponsabilità di pochi il disagio collettivo. Lo stesso primo cittadino sottolinea la rabbia percepita a livelo locale “proprio ora che avevamo raggiunto il quasi totale ritorno alla normalità”. E ha investito la giustizia affinché accerti la rilevanza penale dei comportamenti che hanno innescato il picco dei casi di coronavirus.

coronavirus argentina mate condiviso aumento contagi colón entre ríos

L’allerta è massima, a Colón e nelle località vicine, e le autorità politiche e sanitarie rinnovano l’invito al rispetto delle norme di sicurezza e igieniche. Nel frattempo, però, tutto il paese assiste a una impennata di casi di Covid-19, non escludendo, a livello di governo centrale, il ritorno a misure più rigide.

Quando la yerba mate fu vietata a Buenos Aires: “Vizio abominevole e satanico”

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE