L’Argentina segna un nuovo preoccupante record di contagi di coronavirus in 24 ore. Sono 27.001 i nuovi casi, il numero più alto in 14 mesi di pandemia, indicando che il paese è in piena seconda ondata. I decessi nell’ultima giornata monitorata sono 271 portando il totale dei morti per Covid a 58.174, mentre sono 2.579.000 i contagi totali dall’arrivo dell’epidemia in Argentina.

coronavirus argentina seconda ondata record contagi nuove misure
Il ministro della Salute, Carla Vizzotti

Le autorità sanitarie fanno notare che la media settimanale dei casi risulta raddoppiata in due settimane, mentre il governo federale è al lavoro per valutare nuove misure restrittive della circolazione.

Sullo sfondo, l’allarmante livello di occupazione dei posti di terapia intensiva, ormai al 62,4 per cento a livello nazionale. Più alto, però, nell’area metropolitana di Buenos Aires e nelle strutture sanitarie della capitale, pubbliche e private. Provincia di Buenos Aires e città continuano a essere il centro dell’epidemia di coronavirus in Argentina.


Il timore dell’esecutivo è che le restrizioni recentemente adottate siano insufficienti, ma una chiusura totale, anche se di breve durata, appare impraticabile soprattutto sul piano dell’economia già stremata dal precedente lockdown. È, però, ciò che propone un gruppo di medici esperti in epidemiologia, almeno per l’area metropolitana della capitale e per le zone a più alto rischio.

coronavirus argentina seconda ondata record contagi nuove misure

Dal 9 aprile, e almeno per il momento fino al 30 aprile, è stato disposto il divieto di circolazione dalle 24 alle 6, chiusura di bar e ristoranti alle 23, divieto di riunioni sociali domiciliari, chiusura delle attività ricreative in spazi chiusi e trasporto pubblico limitato ai soli lavoratori di attività essenziali autorizzate.

Ciò che trapela è che nuove misure contro il coronavirus ci saranno ma “focalizzate”, cioè che andranno a interessare “specialmente” l’area metropolitana di Buenos Aires. Quindi restrizioni a livello locale, dove il virus corre di più, con la promessa dell’esecutivo circa la loro transitorietà.

In attesa di nuove forniture da Russia e Cina, prosegue il piano vaccinale in tutto il paese. Alla mattina del 14 aprile in Argentina sono state applicate 5.754.919 dosi in totale (4.996.672 persone con una dose e 758247 persone entrambe le dosi). Secondo dati ufficiali l’Argentina ha finora distribuito in tutto il paese 7.237.108 di dosi dei diversi vaccini autorizzati.

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE