I casi di coronavirus in Argentina – alle 11 ora locale del 13 marzo – sono 31, tre dei quali sarebbero ‘autoctoni’ cioè con contagio avvenuto nel paese. E proprio l’elemento ‘importazione’ della maggior parte dei casi ha portato il governo di Buenos Aires ad adottare misure di protezione di territorio e popolazione. Obiettivo principale, tentare di ‘isolare’ l’Argentina dai paesi interessati da forte diffusione del Covid-19.

coronavirus in argentina decreto misure prevenzione stop voli italia

La premessa del decreto adottato giovedì 12 marzo dall’esecutivo è stata spiegata dal presidente, Alberto Fernández: “In una situazione di allarme diffuso è imprescindibile il ruolo dello Stato per prevenire, tranquillizzare e garantire protezione alla popolazione”. “La realtà – aggiunge Fernández – è che questa pandemia fa appello a tutti noi come società e per questo ho emanato un decreto che dichiara l’emergenza sanitaria e assegna facoltà speciali al governo”.

Il principale provvedimento adottato, in linea con analoghe decisioni in altri paesi – è la sospensione dal 13 marzo di tutti i voli provenienti da Europa, Stati Uniti, Cina, Giappone, Corea del Sud e Iran. In prima battuta per lo stop è stabilita una durata di trenta giorni e una eventuale proroga dipenderà dalla situazione nel mondo e in Argentina. L’ente nazionale dell’aviazoine civile ha poi disposto che il rimpatriodi argentini al momento all’estero sarà effettuatounicmente dalla compagnia di bandiera Aerolíneas Argentinas.


Lo stesso decreto fa obbligo di isolamento per 14 giorni di tutti i viaggiatori provenienti da queste zone e viene dichiarata l’emergenza sanitaria a livello nazionale per il periodo di un anno.

coronavirus in argentina decreto misure prevenzione stop voli italia

Non è invece stata disposta la chiusura delle scuole ma dall’esecutivo fanno sapere che non è una ipotesi da escludere, prendendosi tre giorni per una migliore valutazione. Prevista anche la facoltà di ordinare la chiusura di musei, centri sportivi, sale giochi, piscine e luoghi pubblici, oltre a spettacoli pubblici ed eventi di massa.

Il coronavirus sferza anche l’Argentina: spread oltre 3.200. Giù azioni e titoli

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE