Quando il presidente, Alberto Fernández, ha disposto la quarantena obbligatoria in Argentina fino al 31 marzo al fine di contenere l’avanzata del coronavirus, ha contestualmente annunciato tolleranza zero in caso di inosservanza. L’obbligo di quarantena è difatti assistito da sanzioni penali. Incaricati della sorveglianza sono la prefettura navale, la gendarmeria, la polizia federale, le polizie provinciali e della città di Buenos Aires.

coronavirus in argentina quarantena controlli arresti

Coronavirus, Argentina in quarantena obbligatoria: il paese ‘chiude’ fino al 31 marzo

Attualmente i casi di coronavirus in Argentina sono saliti di 67, arrivando a 225 in tutto il paese, con quattro vittime. Dei nuovi casi di Covid-19, specifica il ministero della Salute, c’è certezza che 45 sono persone che hanno di recente effettuato viaggi in paesi fortemente interessati dalla pandemia, soprattutto Europa. Un aspetto che conferma la necessità di una delle precedenti misure disposte dall’esecutivo di Buenos Aires: sospensione dei voli dai paesi a rischio e divieto di ingresso da alcuni paesi.

Anche la maggior parte dei nuovi casi di coronavirus accertati in Argentina sono localizzati nelal capitale e nella provincia di Buenos Aires. Ed è proprio il Conurbano di Buenos Aires, considerata l’alta densità di popolazione e l’insufficienza di strutture sanitarie, a preoccupare le autorità.

coronavirus in argentina quarantena controlli arresti

La preoccupazione dell’esecutivo è quella di assicurare il rispetto del decreto che ha diposto quarantena e blocco delle attività non di prima necessità. A tal fine, comunica il ministero della Sicurezza, che sono 645 le persone arrestate per violazione degli obbloghi dalle forze di polizia che rispondono al governo centrale. Ma il dato sale perché a questi vanno aggiunti i numeri delle varie polizie provinciali: gli arrestati per aver violato la quarantena sono già 3.200 in tutta l’Argentina.

La casistica è davvero varia, in tutti i casi manifestando comportamenti di assoluta irresponsabilità e deliberata violazione di obblighi di legge. Tra i vari tratti in arresto, 44 giovani che partecipavano a un picnic lungo il fiume Paraná, altri che giocavano in un casinò illegale, altri ancora provenienti dal Brasile.

Coronavirus, italiano espulso dall’Argentina: violato obbligo di quarantena

Loading...