In Argentina lo chiamano Día de la madre ed è una delle ricorrenze più attese dell’anno, momento anche di riunione della famiglia. Quest’anno, però, giornata funestata dalla pandemia e dalle misure di distanziamento sociale che, nel paese sudamericano, si protraggono ormai dal 20 marzo scorso. La Festa della mamma in Argentina si celebra nel mese di ottobre, a differenza della maggior parte dei paesi, anche sudamericani, legati alla seconda domenica del mese di maggio come in Italia.

dia de la madre argentina festa della mamma perché ottobre

La Festa della mamma, a ogni modo, viene da lontano. Anzi, lontanissimo. Prime tracce di questa ricorrenza sono state rinvenute nell’antica Grecia: si rendeva onore a Rea, la madre, non solo, di Zeus e Poseidone. Successivamente furono i cristiani a convertirla in un omaggio alla Vergine Maria.


Nell’area latinoamericana non c’è una data unica per il Día de la madre. Panama, per esempio, ha scelto l’8 dicembre, giorno dell’Immacolata concezione. In Messico e Colombia, come nella maggior parte dei casi, la data è ‘variabile’, la seconda domenica di maggio. In Argentina le cose stanno diversamente. Nel 2020, per esempio, il Día de la madre è domenica 18 ottobre. Ma c’è una ragione storica, legata al calendario liturgico della Chiesa cattolica.


L’11 ottobre si celebra la Maternità della Beata Vergina Maria. In passato questa data corrispondeva all’attuale 1 gennaio, mentre oggi l’11 ottobre, nel rito cattolico romano, è una festa definita di seconda classe. Prima del ‘cambio data’, tuttavia, si decise di festeggiare la domenica immediatamente precedente o successivva all’11 ottobre, permettendo a tutti di approfittare di un giorno festivo.

L’Argentina ha seguito, e segue tuttora, questo vecchio schema, decidendo di fissare il Día de la madre, la Festa della mamma, alla domenica successiva all’11 ottobre. Di lì alla fissazione definitiva: terza domenica di ottobre. Nei decenni, il significato religioso della ricorrenza è andato tuttavia scemando, rafforzando, come nel resto del mondo, il ‘lato’ commerciale della ricorrenza.

Una delle tesi, mai confermate ma non priva di senso nei fatti, vuole che la terza domenica del mese fu scelta per garantire che tutti avressero riscosso gli stipendi, in modo da poter comprare un regalo alla propria mamma. Il resto, anche in Argentina, è pratica diffusa in tutto il mondo, tra doni, fiori, biglietti di auguri, pranzo o cena in famiglia.

Día del amigo, perché in Argentina si celebra il 20 luglio. Tra Luna e massoneria

Argentina, perché l’11 dicembre si celebra il Día nacional del tango

Día del inmigrante italiano, perché in Argentina si celebra il 3 giugno

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE