Il tribunale de La Plata ha autorizzato l’asta di alcuni beni che fanno parte dell’eredità di Diego Armando Maradona, sulla quale, nei mesi scorsi, era stato raggiunto un accordo tra gli eredi. Lo stesso giudice Luciana Tedesco del Rivero ha ora indicato quali proprietà lasciate dal Diez potranno essere cedute all’incanto, con modalità ancora da definire nei dettagli. Probabilmente si tratterà di un atto con modalità che permettano la partecipazione di fan e collezionisti di tutto il mondo (Eredità di Maradona, la decisione del tribunale: chi sono i 5 eredi universali).

Gli avvocati che rappresentano i figli di Maradona, come spiega la stampa argentina, si sono trovati d’accordo nell’escludere quei beni che hanno una elevata carica simbolica, sentimentale. A entrare nella futura asta, non sono chiari neanche i tempi, ci sono due proprietà immobiliari, tre auto di lusso e oggetti personali del Pibe de Oro ben custoditi in due container a Beccar, località nel comune di San Isidro, poco fuori la capitale Buenos Aires.

C’è la casa ubicata sulla strada Cantilo a Villa Devoto, quella che Maradona regalò ai genitori a metà degli anni Ottanta. Lì fino a poco tempo fa ci hanno vissuto le sorelle di Diego. La base d’asta sarà fissata a 900mila dollari. È stato incluso anche l’appartamento a Mar del Plata, anche questa spesso utilizzata dai suoi familiari soprattutto durante i mesi estivi. In questo caso si parte da 65mila dollari.


Tre sono le auto di Maradona che saranno ventue all’asta. C’è un minivan Hyunday H1 del 2018, che Maradona e il suo entourage utilizzavano per raggiungere e muoversi dentro Buenos Aires (38mila dollari di base d’asta). Ancora, una Bmw M4 del 2019 cheha la particolarità di avere la firma del Pelusa sul parabrezza. È anche per questo che si parte da 165mila dollari. Infine, un’altra Bmw, modello 750l del 2020. Questa è considerata di maggior pregio anche perché non è nei cataloghi di vendita in Argentina e sono cinque gli esemplari che circolano nel paese: 225mila dollari è il prezzo di partenza.

eredità diego armando maradona asta beni prezzi auto case
La casa di Villa Devoto

In quei container, però, ci sono numerosi altri oggetti di Maradona che potranno essere venduti all’asta, tra televisori, tapis roulant, attrezziper l’allenamento, quadri. Gli avvocati degli eredi confermano che alcuni beni, come le maglie firmate o i premi, non saranno venduti. Sì, al contrario, le maglie che non ha mai indossato.

L’asta sarà organizzata dall’agenzia Adrián Mercado, che si è impegnata a permettere una partecipazione globale grazie alla trasmissione in streaming. Secondo unaprima stima dei tempi, potrebbe essere realtà entro la fine del 2021. Stando a quanto spiegato negli atti del tribunale, l’asta servirà ad affrontare il pagamento dei debiti ancora attivi e la copertura dei costi di tenuta e conservazione dell’intero patrimonio. Il ricavato, infatti, non potrà essere diviso tra gli eredi: è difatti stabilito che fino al febbraio del 2022 nessuno potrà utilizzare denaro e beni della successione.

Maradona Sueño Bendito: data di uscita, calendario episodi, trailer ufficiale della serie Amazon

TI POTREBBERO INTERESSARE