Un atto ufficiale di tutto rispetto per la consegna dei lama all’esercito argentino. Ci ha pensato il governatore della provincia di Jujuy, Gerardo Morales, ad affidare alle stellette albicelesti venti esemplari dei camelidi pronti a servire la patria. A modo loro. I lama, originari della località di Yavi, saranno utilizzati dal Quinto gruppo di artiglieria in movimenti e operazioni in zone di alta montagna nella bella provincia settentrionale.

esercito argentino arruolamento lama montagna artiglieria

Chi meglio di loro, insomma, considerando che è antichissima abitudine quella di fare ricorso dei simpatici lama per raggiungere in luoghi impervi, almeno ai piedi umani, con sentieri di difficile accesso. Il lama è, nella sostanza, il mulo del Sudamerica, ‘abilitato’ anche al trasporto di materiale pesante.


Per i quadrupedi non è la prima esperienza ‘in divisa’: già 14 lama marciano tra le file dei reparti di alta montagna, dopo opportuno addestramento per lavori a una certa altitudine.


esercito argentino arruolamento lama montagna artiglieria

Tra l’esercito argentino e la provincia di Jujuy c’è, come segnalato dallo stesso governatore, una forte relazione anche in occasioni poco felici in cui si è impegnato in operazioni di protezione civile. Nella cerimonia di consegna dei lama sono stati difatti ricordati l’alluvione di Volcán, l’inondazione nella turisticamente più celebre Tilcara.

esercito argentino arruolamento lama montagna artiglieria

I vertici del gruppo di artiglieria lama-munito, dal canto loro, segnalano che hanno già una tonnellata di materiali di ogni tipo da affidare agli animali per assicurare approvvigionamenti vari a località di alta motagna. Condizione geografica di sicuro disagio, soprattutto in un territorio spesso privo delle sufficienti infrastrutture.

esercito argentino arruolamento lama montagna artiglieria

Poi c’è il fattore tradizione, che è quello che lega i lama a queste latitudini. Non è certo una novità l’uso dei lama: nei secoli, alcuni luoghi sono stati ‘conquistati’ dall’uomo, resi vivibili, solo grazie all’aiuto dei fedeli ungulati. Oggi, nell’era postmoderna, nulla sembra cambiare. Con o senza stellette i lama rispondono al richiamo dell’uomo.

Punta Tombo, il ‘raduno’ preferito dai pinguini nella Patagonia argentina

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE