Tra le piaghe sociali dell’Argentina, il femminicidio si conferma un mostro imbattibile. E lo è nonostante le numerose campagne di sensibilizzazione e gli innegabili progressi degli ultimi due decenni sul terreno dei diritti civili. Nei primi due mesi del 2021 sono già 47 le donne uccise, oltre a 64 tentativi di omicidio. Una donna ogni trenta ore, nei primi 59 giorni dell’anno in corso. In tre casi, il femminicida si è tolto la vita dopo i fatti violenti.

femminicidio in argentina vittime donne uccise 2021 dati

È la statistica realizzata dall’organizzazione MuMalá – Mujeres de la Matria Latinoamericana, comprendendo donne e trans. Del totale sono 39 i casi di femminicidio cosiddetto diretto, cioè omicidi con moventi associati al genere. Quattro su dieci sono stati commessi con arma bianca e il 23 per cento con armi da fuoco.


Lo stesso rapporto di MuMalá evidenzia che nel 94 per cento dei casi gli autori dell’omicidio appartengono alla cerchia ristretta della vittima. Più precisamente, nel 64 per cento dei casi si tratta di coniuge, convivente o ex, residuando gli altri tra congiunti di vario grado. E sette donne su dieci sono state uccise nella propria casa o in quella abitata da vittima e carnefice.


Ad appesantire il quadro sociale, aumentando la richiesta di una maggiore protezione da parte dello Stato, è il fatto che nel 29 per cento dei casi di femminicidio in Argentina aveva già denunciato l’aggressore.

femminicidio in argentina vittime donne uccise 2021 dati

Di questi, quasi uno su cinque era destinatario di misure cautelari come l’allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa.

Úrsula Bahillo, l’ennesimo femminicidio in Argentina: 18enne uccisa dall’ex fidanzato poliziotto

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE