Ancora fiamme nella Patagonia argentina. Nuovi incendi, scoppiati già domenica 7 marzo, devastano le foreste delle province di Chubut e Río Negro e, comunicano autorità e squadre di emergenza, si sono estesi nel pomeriggio di martedì 9 marzo. Il fuoco sta interessando anche abitazioni e veicoli e ha prodotto danni alle persone.

incendi patagonia argentina chubut rio negro

Ci sono voluti quaranta giorni per domare completamente gli incendi che dal 24 gennaio hanno devastato le foreste di Cuesta del Ternero, nella provincia di Río Negro e ora quell’angolo di Patagonia è di nuovo in emergenza.


In questo nuovo disastro il fuoco ha già distrutto 1.400 ettari e si lotta contro le fiamme con ogni mezzo, di terra e aereo. Ci sono anche famiglie costrette ad abbandonare le proprie case nella località di Las Golondrinas, poco a sud di El Bolsón. Lì sono andate distrutte alcune case e ranch, complice anche la forza del vento che ha dato man forte alle fiamme.


Preoccupa la situazione a Lago Puelo, El Hoyo, El Maitén e Cholila dove, in alcuni casi, il fuoco si sta spingendo verso le aree urbanizzate. Diverse decine gli sfollati, chiusure stradali e fornitura di energia elettrica interrotta per danni alle infrastrutture. Secondo il sindaco di Lago Puelo “la situazione è catastrofica” e avanza ipotesi dolose.

incendi patagonia argentina chubut rio negro

Tra il 1 gennaio e il 20 febbraio,secondo il servizio nazionale antincendio, in tutta l’Argentina gli incendi hanno compromesso già 40.680 ettari di territorio. Tra le aree più colpite, la provincia di Río Negro (12.524 ettari), La Pampa (8.958), Corrientes (6.766), Buenos Aires (3.913), Neuquén (2.535) e Santa Cruz (2.006).

Patagonia argentina, meraviglia del mondo. La top ten delle cose da fare e vedere

El Chaltén, quel villaggio magico tra le montagne nel cuore della Patagonia argentina

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE