A quasi due anni dal lancio di Saocom 1A, domenica 30 agosto, dalla base di Cape Canaveral, è stato lanciato con successo il satellite Saocom 1B. È parte integrante del progetto di cooperazione spaziale denominato Siasge, Sistema italo-argentino di satelliti per la gestione delle emergenze, che ha preso le mosse da un piano del governo di Buenos Aires del 2007. Il lancio è avvenuto da una base in Florida con l’utilizzo di un razzo a due stadi Falcon 9 della compagnia statunitense Space X.

lancio satellite argentino saocom 1b siasge

Frutto di una lunga collaborazione fra la Commissione nazionale delle attività spaziali argentina e l’Agenzia spaziale italiana il Siasge è un sistema di sei satelliti, quattro italiani e due argentini. Il primo argentino, Saocom 1A, fu lanciato l’8 ottobre 2018 dalla base militare Usa di Vandeberg.


Ora il progetto si completa con l’entrata in orbita del Saocom 1B, che permetterà di raccogliere dati di straordinaria importanza per l’agricoltura e per la previsione delle catastrofi naturali, con cui far crescere le conoscenze in settori strategici.


Entrato in orbita stabile, il satellite Saocom 1B ha dispiegato la sua antenna radar di 35 metri quadrati. La sua collocazione è a 620 chilometri dalla Terra e sarà in grado di recepire 225 immagini al giorno. Il ‘compito’ del nuovo satellite è di massima utilità per un paese a grande vocazione agricola giacché studia e ‘misura’ continuamente il suolo.

Fornirà, così, informazioni su condizioni, crescita e diminuzione dei cosrsi d’acqua, stato del suolo, umidità compresa, attività vulcanica, stato dei boschi, ghiacciai e aree umide. Di qui all’uso delle nuove informazioni elaborate dal Saocom 1B nel settore agroindustriale.

Ypf Argentina, perdite per quasi un mld di euro per la petrolifera statale. Tra pandemia e prezzo del petrolio

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE