Uno studio ad hoc realizzato in Argentina sembra fornire risultati incoraggianti circa l’uso del vaccino anti Covid di produzione russa, lo Sputnik V. L’Argentina è uno dei paesi che sta impiegando il farmaco fornito dal fondo di investimento russo dal principio della sua campagna vaccinale, iniziata il 29 dicembre scorso.

vaccino sputnik v studio argentina copertura anticorpi spallanzani

Lo studio in questione evidenzia “la produzione di anticorpi neutralizzanti nel sangue del 100 per cento delle persone vaccinate con Sputnik V”, come spiegato nel corso di un incontro, aperto dai direttori dei due istituti, Alexander Gintsburg e Francesco Vaia e tenutosi online il 5 marzo tra le direzioni e i ricercatori dell’Inmi Spallanzani Irccs di Roma e il Centro nazionale di ricerca epidemiologica e microbiologica Nicolaj Gamaleya e dello stesso fondo russo di investimento, ente incaricato della vendita del vaccino all’estero.


Nel corso della riunione, precisa la nota dell’Inmi, sono stati discussi aspetti relativi “allo sviluppo e alla implementazione clinica del vaccino Sputnik V e di nuovi anticorpi monoclonali”. Inoltre, “il gruppo russo ha presentato dati relativi a nuovi aspetti degli studi di impatto nella popolazione anziana e nei confronti delle varianti emergenti di Sars-CoV-2”.


Durante l’incontro, “sono state avanzate ipotesi di collaborazione scientifica che prevedono la condivisione di dati, materiali biologici e tecnologie tra i due Istituti. In particolare il Fondo Russo di Investimento ha comunicato l’avvenuto trasferimento delle tecnologie in una serie dei paesi fuori dalla Federazione Russa (tra cui India, Cina, Corea del Sud e Brasile) e la disponibilità a seguire un percorso simile anche in Italia”.

Inmi Spallanzani e Gamaleya, infine, hanno condiviso “la necessità di instaurare rapporti stabili di collaborazione scientifica finalizzati allo sviluppo e alla valutazione clinica di nuove strategie vaccinali e terapeutiche. Si provvederà a breve a stilare un protocollo d’intesa tra i due istituti” (qui il testo del comunicato Inmi Spallanzani-Gamaleya).

Sputnik V, l’Argentina produrrà il vaccino russo. Accordo tra la Richmond e Mosca

Sputnik V, Merlo (Maie): “Prima la salute, poi la politica. L’Ema apra a vaccino russo e cinese”

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE