È noto il legame di Valeria Mazza con l’Italia, paese che più di altri l’ha resa celebre e apprezzata. Anche, va detto, per la sua sobrietà, non sempre frequentissima nello showbiz. La modella argentina, oggi 47enne, ha ricevuto, dalle mani dell’ambasciatore italiano a Buenos Aires, Giuseppe Manzo, l’onoreficienza dell’Ordine della stella d’Italia.

valeria mazza argentina ordine della stella d'italia


L’Ordine della stella d’Italia è un’onorificenza istituita nel 2011 in sostituzione del preesistente Ordine della Stella della Solidarietà Italiana nato nel 1947. Rappresenta un particolare attestato in favore di tutti coloro che, italiani all’estero o stranieri, hanno acquisito particolari benemerenze nella promozione dei rapporti di amicizia e collaborazione tra l’Italia e gli altri paesi e nella promozione dei legami con l’Italia.


valeria mazza argentina ordine della stella d'italia


A tal fine vengono considerate la preservazione dell’italianità e la promozione del prestigio nazionale all’estero: ciò si traduce in varie attività, come la promozione della lingua italiana, le attività di volontariato ed assistenziali, le attività filantropiche, la partecipazione alla vita associativa delle comunità italiane all’estero, la ricerca scientifica e tecnologica, le missioni pastorali, le imprese commerciali, la promozione eno-gastronomica e l’offerta di lavoro agli italiani.


A conferirla è il presidente della Repubblica su proposta del Ministro degli esteri, sentiti gli uffici competenti in cerimoniale della Repubblica.

valeria mazza argentina ordine della stella d'italia


Nel caso di Valeria Mazza il riconoscimento è arrivato per il suo impegno a favore di bambini e adolescenti, in modo particolare per chi si trova in condizioni di disabilità. Con l’occasione, la modella e imprenditrice argentina ha presentato la sua esperienza come promotrice e madrina di campagne dell’Unicef Italia.

valeria mazza figli
Valeria Mazza, il marito Alejandro Gravier e i figli Benicio, Tiziano, Taína e Balthazar


La cerimonia presso la missione diplomatica italiana a Buenos Aires si inserisce nel ciclo di eventi per i cinquecento anni della morte di Leonardo da Vinci, celebrando il genio e ingegno italiano in Argentina con un appuntamento ad hoc in tema di ‘ingegno’ nella solidarietà.

L’Unicef, difatti, ha partecipato agli eventi promossi dall’ambasciata nel mese dedicato alla Convenzione dei diritti del fanciullo a trent’anni dalla sua approvazione.

(Foto Infobae)

L’argentina prima di Belén, Valeria Mazza oggi: marito, figli e carriera

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE