Non c’è solo la ‘solita’ Spagna per Andrés Calamaro. Il Rey sconfina nel resto del Vecchio continente per portare (anche) il suo ultimo lavoro, Cargar la Suerte. Tra le voci più apprezzate del rock nacional argentino e, in generale, in lingua spagnola, il tour europeo di Calamaro, tra il 9 maggio e il 20 giugno, tocca finalmente, oltre a Madrid, anche Parigi, Colonia, Berlino, Amsterdam, Bruxelles e Londra.

andrés calamaro tour europa milano magazzini


A Milano, ai Magazzini generali, Calamaro si esibisce sabato 30 maggio ‘scortato’ sul palco da Germán Wiedemer alle tastiere, Martín Brun alla batteria, Julián Kanevsky alle chitarre e Mariano Domínguez al basso.

Visualizza questo post su Instagram

Tour Europa 2020 #CargarLaSuerte

Un post condiviso da Andrés Calamaro (@a_calamaro) in data:

Occasione, quella europea, non solo per le comunità expat argentine ma anche per chi, negli ultimi decenni, si è fatto coinvolgere da un sound che, a livello internazionale, si è imposto agli ultimi Latin Grammy Awards. I due premi al Salmón dopo quattro nomination costituiscono solo l’ultima consacrazione fuori dai confini argentini.

Visualizza questo post su Instagram

Foto Guido Adler

Un post condiviso da Andrés Calamaro (@a_calamaro) in data:


Latin Grammy 2019, musica argentina: doppio premio per Andrés Calamaro

58 anni, una voce e uno stile, con testi significativi, Andrés Calamaro viene da lontano. Dal 1982 al 1989 con Los abuelos de la nada e la sua prima fase da solista. Poi, fino al 1996, frontman dei Los Rodríguez i cui successi hanno con estrema facilità oltrepassato le frontiere dell’Argentina. Dal 1997 la sua seconda tappa da solista, rinnovandosi ancora dal 2001.

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE