Tango, corsi di bandoneón a Roma con il maestro Héctor Ulises Passarella


Un’occasione per gli amanti del tango ‘suonato’. Il Centro del Bandoneón è l’unica ‘scuola’ di Bandoneón nella capitale e offre la possibilità di studiarlo e impararlo a suonare, sotto la guida del maestro Héctor Ulises Passarella e dei suoi collaboratori. L’associazione “Centro del Bandoneón” è nata proprio con l’obiettivo di promuovere la musica in tutte le sue forme, con particolare riguardo a musica e cultura rioplatensi, e di dare al bandoneón la più ampia diffusione possibile per far conoscere le sue grandi possibilità artistiche non solo nel repertorio di tango, ma anche in quello “classico”.


Il percorso di studi completo è della durata di dieci anni, suddiviso in corso inferiore (quattro anni), medio (tre) e superiore (tre), ma la durata decennale del percorso di studi non è obbligatoria. L’anno accademico 2018/2019 comincia il 5 ottobre per concludersi il 30 giugno del 2019, mesi durante i quali le lezioni, della durata di 45 minuti) avranno luogo il venerdì e il sabato mattina (presso le sale della CasAcli in Vicolo del Conte, 2).

Il corso di bandoneón prevede un programma di studio teso a fornire agli allievi la possibilità di suonare correttamente in apertura e chiusura del mantice, utilizzando la tecnica ispirata alla grande scuola di Alejandro Barletta e René Marino Rivero, nonché di approfondire e sperimentare le particolarità tecniche che permettono di estrarre, dal bandoneón, quel suono fortemente espressivo e caratteristico, che è proprio sia del tango tradizionale (orchestre tipiche di Troilo, Pugliese, D’Arienzo, ecc.) sia del tango moderno (a partire da Astor Piazzolla).

Il corso inferiore fornisce tutti gli elementi necessari per una conoscenza fondamentale dell’uso del mantice sia nella tecnica “classica”, sia nella tecnica del tango. Vengono affrontate le scale diatoniche e cromatiche e lo studio di piccoli brani introduttivi per le varie tecniche, fino adeseguire piccoli lavori di Bach, Händel, e tanghi tradizionali. A chi non avesse nozioni di solfeggio viene assicurato uno spazio ad hoc in cui studiare le lezioni principali.

Il corso medio prevede approfondimenti della tecnica del tango contemporaneo attraverso lo studio di brani di Piazzola e di Passarella. Ci si approccerà allo studio dei preludi e delle danze scritte dal grande bandoneonista A. Barletta per sviluppare la tecnica classica. Inoltre, sarà presente lo studio complementare dell’armonia tradizionale e degli arrangiamenti del tango.

Infine, il corso superiore che prevede lo studio di brani di maggiore complessità scritti da grandi compositori. Principale rilievo avranno le opere del grande bandoneonista Rivero, e anche le composizioni per bandoneón solista e orchestra di Piazzola e Passarella.