San Marino chiama Argentina. La XX Rassegna musicale d’autunno (4 novembre, Teatro Titano, ore 16,30) vede come protagonista il tango, musica e danza che uniscono arte e sensualità. Metabolizzato il successo ottenuto nella precedente edizione con il concerto d’organo del Maestro Enrico Viccardi, quest’anno la Rassegna cambia radicalmente genere e mette in scena un intrigante pomeriggio domenicale all’insegna del tango con i più celebri protagonisti italiani del genere: l’Ensemble Hyperion. La Rassegna 2018 è sponsorizzata da Cassa di Risparmio e firmata dall’Associazione Musicale Camerata del Titano.

L’Argentina è la culla e la patria di questa danza, nata dal popolo e assurta alla consacrazione come patrimonio dell’Unesco. Il tango non è solo una musica, o un ballo, è musica che si fa poesia, sentimento, improvvisazione, silenzio. Scrive Borges: “Il tango è un grande abbraccio magico dal quale è difficile liberarsi. Perché in esso c’è qualcosa di provocante, qualcosa di sensuale e, allo stesso tempo, di tremendamente emotivo. Il tango è un linguaggio in cui convivono tragedia, malinconia, ironia, amore, gelosia, ricordi, il barrio amato, la madre, pene e allegrie, odori di bordelli e di attaccabrighe”.


Ad accompagnare il pubblico in questo mondo suggestivo e appassionante sarà l’Ensemble Hyperion, che si esibirà in sestetto acustico, per rendere in modo fedele le atmosfere della milonga di Buenos Aires, con un repertorio in equilibrio tra i migliori e rinomati compositori di tango: da Matos Rodriguez a Piazzolla.
Formatosi nel 1992 come ensemble interessato alla musica contemporanea, l’Ensemble Hyperion si dedica sin dall’inizio al repertorio di Piazzolla e al tango in generale, partecipando nei suoi lunghi anni di attività a oltre mille spettacoli in festival e teatri di tutta Europa, con una amplissima selezione di pezzi che va dal tango contemporaneo a quello tradizionale.

Dal 2010 collabora con la celebre cantante Antonella Ruggiero nello spettacolo “Contemporanea Tango”, in tour nei teatri della Penisola. Nel luglio 2010 ha realizzato anche un concerto assieme al compositore e pianista argentino Luis Bacalov, premio Oscar per la musica de “Il Postino”. Accompagna spesso anche solisti come Cristina Vilallonga (cantante dei Gotan Project), Silvia Lallana, Franco Luciani (armonica). Si è presentato più volte in pubblico in un programma con Orchestra sinfonica, accompagnato dai 45 elementi dell’Orchestra filarmonica lucchese.