Il gruppo spagnolo Meliá ha tagliato il nastro di una struttura dalla posizione unica – di fronte alle cascate di Iguazú – ora totalmente restaurata in tutte le sue parti. Nato come hotel della catena americana Sheraton, il Gran Meliá Iguazú fa ora parte della serie lusso del gruppo spagnolo.

Gran Meliá Iguazú


Sono stati utilizzati materiali del luogo sia per gli interni che per gli esterni, in modo da fondere completamente la struttura nel contesto circostante, ma dotandola di tutti i confort che i viaggiatori amanti del lusso desiderano avere a disposizione. Poiché collocato nel preziosissimo Parco naturale dell’Iguazú, è stata prestata particolare attenzione a contenere il più possibile l’impatto ecologico: bassi consumi energetici, giardini verticali di piante autoctone, materiali ecosostenibili.



Le sistemazioni del Gran Meliá Iguazú sono 183, tra le quali le prestigiose suite Royal, Presidencial, Master e Iguazú. La struttura è ora dotata di una enorme area benessere, la YHI Spa, che vanta una piscina di 50 metri per 15 a sfioro, affacciata sulla Garganta del Diablo, 5 cabine individuali ed una doppia per trattamenti, oltre a ogni genere di servizio di trattamento estetico.



È stata inoltre prestata particolare cura all’offerta gastronomica. Il ristorante Origen, pensato per pranzo e cena, è dedicato alla cucina locale della provincia di Misiones. Aperitivi e cocktail si possono gustare al lobby bar Amaro, mentre il rooftop con vista mozzafiato è riservato al tapas bar in stile spagnolo.




L’investimento sostenuto per il Gran Meliá Iguazú è di 20 milioni di dollari, un interesse verso l’Argentina che all’inaugurazione ha portato anche il presidente, Mauricio Macri. Con lui, il segretario generale della Organizzazione mondiale del turismo, Zurab Pololikashvili, il governatore della provincia di Misiones, Hugo Passalacqua, il Ceo di Meliá Hotel International, Gabriel Escamer Jaume.

La Valle della Luna, la magia dell’Ovest argentino

Loading...

Tags