caminito la boca buenos aires

Buenos Aires: Caminito, concluso il restauro di uno degli angoli più celebri de La Boca


È stato ultimato il restauro di un angolo tra i più suggestivi di Caminito, con i suoi colori originali. Una operazione che onora un pezzo importante di storia della città di Buenos Aires e che, al tempo stesso, guarda al turismo sempre più protagonista nella capitale argentina. La ‘esquina’, l’angolo tra Dr. del Valle Iberlucea e l’avenida don Pedro de Mendoza – dopo i lavori realizzati dalla Fundación Proa con il sostegno di American Express- torna a splendere.

caminito la boca buenos aires


Il celebre percorso si estende da est a ovest formando una curva e la sua forma segue la linea tracciata da antichi binari, in disuso da decenni, del Ferrocarril di Buenos Aires verso il Puerto de la Ensenada.

caminito la boca


I lavori di restauro e ricondizionamento hanno interessato anche le base delle sculture del Museo al Aire Libre voluto da Benito Quinquela Martín. Quel punto preciso di Caminito, è uno degli spazi più visitati dai turisti in tutta l’Argentina e le statistiche di Google lo collocano tra i dieci più fotografati al mondo.

caminito la boca buenos aires


Il timing si collega al sessantesimo anniversario dell’apertura di Caminito, inaugurato ufficialmente il 18 ottobre del 1959, anni in cui il quartiere de La Boca strabordava di italianità, trascinata oltre oceano dalle decine di migliaia di nuovi cittadini provenienti dal Belpaese.

caminito la boca buenos aires


È anche per questo che l’opera di restauro, oltre a rispondere alla necessità di conservazione del patrimonio architettonico della città, onora la memoria di un paese e della sua apertura.




Non è eccessivo affermare che Caminito è una delle immagini, forse la principale, che identifica l’Argentina nel mondo. Una strada, di ridotte dimensioni, che è tradizione, che ha valore culturale, storico e turistico. A maggior ragione raccontato in un celebre e omonimo tango scritto nel 1926 da Juan de Dios Filiberto.

5 librerie di Buenos Aires che vale la pena di conoscere

Campanópolis: quel villaggio surreale nato dal sogno di un italiano d’Argentina, poco fuori Buenos Aires