El Chaltén è un piccolo villaggio nella provincia di Santa Cruz, alle pendici del Monte Fitz Roy e del Cerro Torre. Qui la Patagonia argentina sa come sorprendere gli occhi di chiunque. Negli ultimi anni si è convertito da un piccolo avamposto per esperti di montagna a un vero e proprio villaggio turistico, con hotel e ristoranti per tutti i gusti. Il turismo di massa è arrivato anche qui, dove fino a qualche decennio fa i puma delle steppe patagoniche si potevano addirittura avvicinare alle case dei pochi abitanti.

La famiglia Madsen

La prima persona a scoprire l’area, dove ora sorge El Chaltén, fu Andreas Madsen a fine ‘800. L’esploratore danese passò tutta la vita in questo angolo sperduto di mondo, allevando pecore e crescendo la sua famiglia durante lunghi inverni e brevi estati. La casa della famiglia Madsen oggi ospita un museo molto interessante aperto al pubblico.


Nei decenni successivi all’arrivo della famiglia Madsen, cominciarono ad essere organizzate alcune spedizioni alpinistiche europee. Gli alpinisti erano attratti dalle affascinanti vette del Fitz Roy e del Cerro Torre, ancora vergini e inesplorate. La Patagonia diventava così la metà più gettonata per chi volesse esplorare l’ignoto.


La spedizione itlaiana sul Cerro Torre

Nel 1957 una spedizione italiana guidata dal trentino Cesare Maestri fu la prima a raggiungere la zona e conquistare la vetta del Cerro Torre. Si doveva passare il fiume con i cavalli e trasportare tutta l’attrezzatura senza l’aiuto di veicoli e strade. Non c’erano ancora case nella zona, solamente quella della famiglia Madsen e di pochi altri contadini.

el chaltén patagonia argentina montagne natura turismo

Solo negli anni Novanta alcune persone cominciano a radicarsi costruendo piccole case di legno e lamiera resistenti al forte vento che spira nella valle. Viene fondato così ufficialmente il villaggio di El Chaltén, tutt’oggi una delle municipalità più giovani dell’Argentina.

el chaltén patagonia argentina montagne natura turismo
(Foto Marco Laezza)

Dall’aeroporto di El Calafate si raggiunge facilmente El Chaltén con tre ore di viaggio in auto o in bus. Si può pernottare facilmente nei numerosi hotel e ostelli del villaggio per trascorrere una vacanza in montagna all’insegna del trekking e della natura.

el chaltén patagonia argentina montagne natura turismo
Foto Pinterest @ruterosargentinos

El Chaltén, nonostante il turismo di massa lo abbia trasformato profondamente, mantiene il suo fascino e il suo mistero. Qui vivono in circa mille tutto l’anno e durante l’alta stagione turistica si possono sfiorare le cinquemila persone.

Patagonia argentina patrimonio dell’umanità: i 4 siti Unesco della regione

Anche l’Argentina ha il suo Loch Ness. Nahuelito, il mostro del lago della Patagonia

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE