La Patagonia argentina sempre più meta turistica anche per i visitatori che scelgono di restare in patria. Per molti è una conferma, ma è una scoperta per quegli argentini che sempre preferito le spiagge di Uruguay e Brasile nel periodo estivo. Secondo i dati degli enti del settore, nel solo mese di gennaio, sono stati 115mila i turisti che hanno scelto la pace, i colori e le acque della zona di San Carlos de Bariloche, nella provincia di Río Negro, ricchissima di laghi e natura spettacolare.

laghi bariloche spiagge patagonia argentina


I laghi di Bariloche, Patagonia argentina

E spettacolari sono anche i laghi di Bariloche, scelta turistica che si abbina alla grande proposta di attività sportive e ricreative all’aria aperta. Parliamo, chiaramente, dei mesi in cui è possibile. Negli altri, però, dominano attività e sport invernali.

È con la primavera, quando la neve si scioglie, che i laghi diventano protagonisti, soprattutto in quelle giornate in cui la temperatura supera i 30 gradi e le acque si mostrano calme e trasparenti. Invitanti. Per l’ozio, per sport e attività acquatiche come canoa, kayak, tavola sup e escursioni a piedi o a cavallo.


Sono diverse le spiagge lacustri di San Carlos de Bariloche, alcune popolari frequentate, altre più nascoste, che vanno ‘conquistate’ dopo aver percorso sentieri a piedi. Resta il fatto che camminare nella Patagonia argentina non è un sacrificio. Quella che segue, a ogni modo, è una ottima selezione.

laghi bariloche spiagge patagonia argentina

Villa Tacul, per esempio, è una spiaggia circondata da boschi con acque calme e fredde. Un luogo arricchito da piccole baie da scoprire, come Lago Escondido e Bahía de los Troncos.

laghi bariloche spiagge patagonia argentina
Villa Tacul

Playa del Viento viene considerata tra le spiagge più belle del Lago Moreno nonostante sia poco frequentata dal turisti di massa, per quanto il concetto di turismo di massa sia relativo a quelle latitudini patagoniche. È la meta perfetta per gli amanti del kitesurf.

Playa Muñoz, invece, è una spiaggia solitaria sul Lago Gutiérrez. Va però conquistata perché raggiungibile camminando per quattro ore (andata e ritorno) su un percorso tuttavia classificato come bassa difficoltà. Ma la fatica è compensata dalla bellezza del paesaggio e della serenità del luogo.

Rientra nella lista anche il Lago Guillelmo, situato a 35 chilometri dalla città di San Carlos de Bariloche e vicino a Villa Mascardi. Anche lì la pace regna sovrana ed è un luogo raccomandato anche per camping e pesca.

Il Lago Guillelmo

Più ‘leggendario’, oltre che più noto, è il Lago Nahuel Huapi. È parecchio esteso, con i suoi 557 chilometri quadrati dividendosi in sette ramificazioni, e caratterizzato dall’azzurro intenso delle sue acque. È da tutti considerato uno dei luoghi più incantevoli della Patagonia argentina per i suoi colori, le sue isole e il paesaggio che lo circonda.

laghi bariloche spiagge patagonia argentina
Uno scorcio sul Lago Nahuel Huapi

Infine, il Lago Steffen, a 55 chilometri da San Carlos de Bariloche, con acque cristalline e più calde rispetto aglialtrilaghi della zona. È un altro angolo di Patagonia nel quale il bosco andino si presenta intatto e domina lo scenario, senza i segni di coltivazioni e urbanizzazione.

Lago Steffen

Suggerito è il percorso di tre chilometri verso il Lago Martín per fermarsi su un belvedere che domina sul lago. Un altro, di dieci chilometri e più ripido, porta al camping sulle rive del lago. È un percorso impegnativo per i non amanti del trekking ma la destinazione finale vale la lunga passeggiata.

Anche l’Argentina ha il suo Loch Ness. Nahuelito, il mostro del lago della Patagonia

El Chaltén, quel villaggio magico tra le montagne nel cuore della Patagonia argentina

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE