I pinguini sono indubbiamente uno dei simboli dell’Argentina, che vanta al suo interno uno degli angoli di paradiso del pianeta, quella Patagonia ricca di risorse, bellezze naturali e preziosissime tracce delle più importanti ere geologiche. È proprio nella provincia patagonica di Chubut che si trova la Riserva naturale di Punta Tombo, creata nel 1979. Punta Tombo è una colonia continentale di Spheniscus magellanicus, comunente noto come Pinguino di Magellano. Una fascia costiera di tre chilometri per 600 metri di larghezza.

patagonia argentina chubut punta tombo pinguini magellano

Punta Tombo è il luogo adatto per gli amanti degli animali e della natura e per fotografi che amano immortalare scene di vita selvaggia giacché è possibile incontrarli a distanza ravvicinata. Con, ovviamente, l’invito delle autorità locali a non interferire nella vita dei pinguini per non turbare fondamentali equilibri del loro habitat. La riserva, peraltro, è in un contesto paesaggistico degno di nota, con un mare azzurro che si impone tra gli scenari più belli della costa patagonica.


patagonia argentina chubut punta tombo pinguini magellano

I pinguni di Magellano a Punta Tobo stazionano tutto l’anno ma il momento migliore per visitare l’area sono i mesi estivi in cui la colonia arriva a popolarsi con circa 400mila esemplari. Nel 2017 gli addetti ai lavori hanno segnalato un record con circa un milione. Con l’arrivo della primavera la costa viene raggiunta per l’accoppiamento e le prime cure ai piccoli che cominciano a nascere dal mese di novembre. La permanenza di massa dei pinguini a Punta Tombo dura fino alla metà di marzo.


Il percorso nella riserva naturale si estende per 3,5 chilometri circa lungo la costa e da lì è possibile osservare i pinguini di Magellano nel loro habitat e notare i loro nidi scavati sul suolo. I vari clan dei simpatici animali trascorrono le loro giornate sotto gli arbusti ma con una certa frequenza passeggiano tra mare e nidi. Tra le immagini che restano più impresse ai visitatori di Punta tombo, quelle dei gruppi di pinguini che al loro interno si dispensano reciprocamente cure e affetto.


patagonia argentina chubut punta tombo pinguini magellano

patagonia argentina chubut punta tombo pinguini magellano

Possibile anche farsi guidare dal personale di sorveglianza forestale e faunistica che spiegano comportamenti e abitudini dei pinguini. Che, tra le varie avvertenze, sottolineano l’assoluto divieto di avvicinarli, toccarli o infastidirli in alcun modo e l’obbligo di rispettare il loro habitat. Del resto, sono animali indifesi ma, quando avvertono pericolo, possono difendersi a beccate. A tutto diritto.

patagonia argentina chubut punta tombo pinguini magellano

Isla Pingüino, l’isola dei pinguini. Un’altra bellezza della Patagonia argentina

La storia triste dei pinguini che dalla Patagonia ‘fuggono’ in Brasile. Ma muoiono in Uruguay

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE