San Telmo è una tappa obbligata, frequentatissima soprattutto nel fine settimana ma, di sicuro, uno dei primi luoghi di Buenos Aires da visitare. È il quartiere più storico della capitale e quello che meglio riesce a preservare il fascino del passato coloniale, ben conservato nonostante la presenza di luoghi di ristorazione e movida. Ha un’impronta interamente europea e anche l’evidente, anche se parziale, decadenza degli edifici si sposa bene con le attività commerciali e artistiche che vivacizzano le sue piazze e strade.


La domenica è il momento migliore per fare un salto da queste parti. Il quartiere si trasforma completamente e accoglie il più grande mercato a cielo aperto della città. Amatissima dai turisti, la Feria di San Telmo è una delle tappe imprescindibili di un viaggio a Buenos Aires ed è tra cose da fare e vedere nel barrio.

I principali luoghi d’interesse del quartiere sono la chiesa di San Pedro Telmo, che dà il nome al barrio, la caratteristica Plaza Dorrego, il mercato di San Telmo, la chiesa ortodossa della Santissima Trinità, il Museo storico nazionale dell’Argentina e il Museo d’arte moderna di Buenos Aires.