Sciare in Argentina. La magia della terra dei gauchos non si esaurisce con le meraviglie del tango, il vino sempre più apprezzato, la vivacità di Buenos Aires e la quiete delle campagne. L’Argentina è l’ottavo paese più esteso del pianeta e vanta, a migliaia di chilometri dalle aree desertiche del nord, i paesaggi selvaggi della Patagonia. E in Argentina si trovano anche alcune tra le montagne più alte del mondo.

Sulle Ande sono numerose le località sciistiche che lasciano soddisfatti gli sportivi più esigenti, senza tuttavia scoraggiare i principianti. Si contano un totale di 14 stazioni sciistiche sparpagliate nelle tre principali regioni della catena montuosa: l’area di Mendoza, il Lake District e, a sud, la Patagonia.


Mendoza
Sarebbe impossibile non cominciare la nostra lista con gli impianti di Las Leñas. Sebbene infatti non sia tra le località più facili da raggiungere, vale decisamente il viaggio. È famosa per le sue piste ripide e un facile accesso a percorsi che si affollano nei sogni dei free riders di tutto il mondo. Si tratta di una meta prediletta da sciatori esperti, ma viene frequentata da numerose famiglie in virtù del fatto che tutte le piste finiscono nel paese, dunque è impossibile perdersi. La cittadina è situata ad una altitudine di 2.224 metri e gli impianti salgono fino a 3.334 metri.

Patagonia – Lake District
La Patagonia argentina comprende le province di Neuquén, Río Negro, Chubut e Santa Cruz e parte della Tierra del Fuego. Il Lake District, invece, si trova nella parte più settentrionale della Patagonia. Bariloche è il punto di accesso per accedere alle aree sciistiche. Gli impianti più vicini alla cittadina di Bariloche sono quelli di Cerro Catedral o Catedral Alta. Situato nel bel mezzo del parco naturale di Nahuel Huapi, si tratta della stazione più grande del paese (37 impianti di risalita). Offre possibilità agli sciatori di tutti i livelli ed è facilmente raggiungibile da Buenos Aires: basta prendere un volo per Bariloche (due ore e mezza di viaggio circaa) e da lì guidare per circa 25 minuti.


Spostandosi all’estremo sud del paese, nel bel mezzo della Terra del Fuoco, troviamo la stazione di Cerro Castor. La latitudine da ‘confini del mondo’ garantisce una stagione lunga e una neve sempre farinosa. Gli impianti di Cerro Castor sono gli ultimi a essere stati costruiti in tutto il Sudamerica. I visitatori solitamente scelgono di alloggiare nella vicina città di Ushuaia (a 30 minuti dalle piste).

Altre due mete famose per la bellezza dei paesaggi e la varietà degli impianti (adatti a famiglie e a sciatori esperti), nonché per non essere troppo costose, sono Cerro Chapelco e La Hoya. L’ultima è più adatta alle famiglie, mentre Cerro Chapelco si distingue per le sue infrastrutture moderne.

Loading...